Bastano 10 euro per preparare questa ricetta con le cozze e fare un carico di antiossidanti

Per molti, il mare è ormai solo un lontano ricordo dell’estate appena trascorsa. Tuttavia, anche se siamo ormai in autunno, le giornate ancora calde invogliano ad assaporare piatti a base di frutti di mare. Le cozze, al riguardo, sono economiche, di facile preparazione e in genere piacciono a molti.

Abbiamo già visto come preparare un primo piatto a base di cozze con un ingrediente originale Oggi le proporremo invece gratinate, perfette come antipasto o come secondo piatto. Entriamo dunque nel vivo, anticipando che bastano 10 euro per preparare questa ricetta con le cozze e fare un carico di antiossidanti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Uno scrigno di principi nutritivi

Prendendo come riferimento 100 gr di cozze, l’apporto in termini di calorie è pari a circa 84 cal, ripartite tra proteine (56%), lipidi (29%) e carboidrati (15%).

La parte preponderante delle cozze è costituita dall’acqua (circa 82 gr su 100 gr), ma troviamo proteine (11,7 gr), lipidi (2,7 gr) e glicogeno (2,8 gr). A proposito di lipidi e cozze, abbiamo già visto quante mangiarne per chi soffre di colesterolo.

In merito ai loro benefici, diciamo subito che sono una fonte importante di minerali, in particolare il selenio. Esso, infatti, è prezioso per il buon funzionamento del sistema immunitario e agisce come antiossidante.

Ancora, questi frutti di mare sono ricchi di vitamina C, utili per aumentare le difese antiossidanti dell’organismo.

Bastano 10 euro per preparare questa ricetta con le cozze e fare un carico di antiossidanti

Passiamo ora alla fase della preparazione. In merito alla quantità delle cozze da lavorare, regoliamoci sulla grandezza della teglia da mettere in forno. Ricordiamo che 1 kg di cozze costano all’incirca 5 euro, quindi con 2 kg potremo preparare un buon secondo piatto.

Partiamo pulendo le cozze del bisso e delle impurità esterne, poi le apriamo una ad una (scartando quelle già aperte), con un coltellino. La lama dovrà passare lungo tutta la chiusura del guscio senza penetrare. Il frutto, infatti, dovrà restare intatto e attaccato a una delle due metà.

Conserviamo l’acqua delle cozze, passandole dapprima in un colino, e procediamo allo stesso modo con tutte le altre.

Passiamo adesso alla panatura. In una ciotola versiamo il pangrattato, il prezzemolo tritato, del grana grattugiato ed olio evo. Se gradito, aggiungiamo anche 1-2 spicchi d’aglio tritati e/o una girata di pepe nero. A questo punto spremiamo un limone ed aggiungiamo una giusta quantità di acqua delle cozze. La panatura non dovrà mai risultare liquida, ma amalgamata e umida al punto giusto. Quindi versiamo sempre per difetto l’acqua delle cozze.

Prendiamo una teglia, la copriamo con carta da forno e procediamo a farcire le cozze, una alla volta. Una volta finito, inforniamo sul ripiano più alto per gratinarle. Poniamo il forno a 180°, per i primi 15 minuti e alla temperatura massima (modalità grill) negli ultimi 3.

Approfondimento

Impepata di cozze a soli 15 euro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te