Basta zuppe e minestre, ecco come cucinare i ceci per un gustoso contorno fumante tra i più amati del momento

I ceci sono i veri protagonisti dell’autunno, anche se la scia del loro successo proseguirà per tutto l’inverno.

Questi legumi a forma di nocciola fanno parte della nostra tradizione culinaria da generazioni. In più, con il loro sapore rustico e terroso, ci ricordano la bellezza e il sapore dei piatti poveri e semplici.

Probabilmente, c’è chi li consuma tutto l’anno, ma è proprio con l’arrivo dei primi freddi che la tentazione di cucinarli diventa irresistibile.

Così, ci immergiamo tra le righe di tante ricette, alla ricerca di quella zuppa o minestra che possa solleticare il nostro palato e stuzzicare la fantasia.

Potremmo pensare che questo sia il modo migliore per cucinarli, ma abbiamo mai pensato di utilizzare i ceci per fare un contorno?

In questo articolo scopriremo che non solo è possibile ma che, anzi, questi piccoli legumi sono eccezionali per accompagnare i secondi piatti di ogni giorno.

Legumi piccoli ma potenti

Diciamo, innanzitutto, che se tra i tanti legumi presenti sugli scaffali del supermercato avessimo scelto proprio i ceci, avremmo fatto bene.

Infatti, queste piccole sferette avrebbero tantissimi benefici per il nostro organismo.

Nel dettaglio:

  • sarebbero particolarmente adatte nel mantenere in salute il cuore, perché contengono omega 3 e soprattutto acido linoleico;
  • sarebbero un’eccellente fonte di proteine vegetali, di magnesio e fosforo, di fibre e vitamine, in particolare quelle del gruppo B;
  • racchiuderebbero in sé molte saponine, che sarebbero utili per tenere sotto controllo e ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Dopo aver scoperto queste tante qualità, andiamo a vedere cosa farne in cucina. Infatti, basta zuppe e minestre, ecco come cucinare i ceci per un gustoso contorno fumante tra i più amati del momento.

Ingredienti

Basta zuppe e minestre, ecco come cucinare i ceci per un gustoso contorno fumante tra i più amati del momento

Partiamo proprio dai ceci.

Se utilizzassimo quelli in busta e cioè quelli secchi, dovremmo partire dall’ammollo per il periodo di tempo indicato sulla confezione, solitamente 10 ore.

Dopo di che, li sciacquiamo e li mettiamo all’interno di una pentola con acqua fredda per farli cuocere all’incirca 90 minuti.

Ricordiamoci che con la pentola a pressione i tempi si dimezzano. Se utilizzassimo, invece, i ceci in scatola, basterebbe semplicemente sciacquarli bene e sarebbero già pronti all’uso.

Una volta che i ceci sono pronti, laviamo, tagliuzziamo e lessiamo le biete e i cavoli neri in abbondante acqua salata per circa 7 minuti.

Ora, è il momento di unire i tre ingredienti e di insaporirli.

In una padella capiente facciamo soffriggere due spicchi d’aglio con l’olio extravergine d’oliva.

Aggiungiamo i ceci, le biete e i cavoli neri e insaporiamo con curcuma, dragoncello e un rametto di timo limone.

Facciamo cuocere per circa 6 minuti e il nostro contorno sarà pronto.

Approfondimento

Basta patate, ecco l’ortaggio che sta spopolando perfetto per fare chips al forno croccanti e gustosissime.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te