Basta con queste bacche rosse artificiali, ecco la pianta ideale per creare un’atmosfera natalizia davvero suggestiva

Il Natale si sta avvicinando e in tutti i negozi, già ormai da qualche settimana, spiccano ovunque addobbi natalizi di ogni genere.
Infatti, sono tantissime le persone che stanno approfittando di questo periodo di sconti per acquistare queste decorazioni.

Tra queste, quelle più gettonate, come ogni anno, vi sono le bacche artificiali da inserire negli alberi o nelle ghirlande. Queste ricordano subito il Natale per via del loro colore rosso acceso, ma pochi sanno che si possono sostituire con delle piante vere e proprie.

Infatti, basta con queste bacche rosse artificiali, ecco la pianta ideale per creare un’atmosfera natalizia davvero suggestiva

Una delle piante più decorative per il Natale è la skimmia japonica. Si tratta di una pianta arbustiva, originaria del Giappone ed appartenente alla famiglia delle Rutacee.
Se coltivata in condizioni ideali può raggiungere i 2 metri di altezza e sopravvivere anche per svariati anni.

Possiede delle foglie ovali di un colore verde scuro molto brillante. I fiori, invece, sono color crema e raccolti a pannocchie. Essi sono apprezzati non solo per la loro bellezza ma anche per il profumo intenso che sprigionano per tutta la giornata.
Le infiorescenze, verso il periodo estivo, si tramutano in bellissime bacche rosse, lucide e rotonde, che possono durare anche dopo il Natale.
Dopo questo periodo, però, vanno tolte per stimolare l’emissione di nuovi fiori.
Bisogna però fare molta attenzione ad animali e bambini, perché l’ingestione delle bacche potrebbe provocare problemi di salute.

Come curare la skimmia japonica

Questa pianta è davvero semplice da coltivare sia in giardino che in vaso e richiede poca manutenzione.
Per quanto riguarda l’esposizione, la skimmia sopporta bene il freddo e riesce a crescere anche in condizione di ombra totale. Non sopporta invece le temperature inferiori ai 5 gradi sotto zero ed il caldo torrido.

Il terreno deve essere leggermente acido, soffice e ben drenato. L’ideale sarebbe un mix di terriccio universale sabbia con una piccola parte di stallatico e l’argilla espansa sul fondo. Si consiglia comunque un vaso abbastanza ampio, in maniera tale di ridurre la frequenza dei rinvasi per via dell’estrema sensibilità delle radici.

Le annaffiature, invece, devono essere regolari dalla primavera fino a fine estate, e saltuarie durante i mesi più freddi. L’ideale sarebbe non abbondare per evitare ristagni idrici e di non utilizzare l’acqua del rubinetto. Meglio quella demineralizzata o piovana.

Infinite piante di skimmia

Quindi abbiamo visto che è ora di dire basta con queste bacche rosse artificiali, ecco la pianta ideale per creare un’atmosfera natalizia davvero suggestiva.
Oltre alla bellezza estetica e facilità di coltivazione, la skimmia è anche molto semplice da moltiplicare.
Verso luglio o agosto, infatti, prelevando i germogli più esterni, si possono ricavare delle talee di almeno 8 centimetri di lunghezza da piantare nella sabbia. Durante la primavera successiva, poi, le talee radicate si possono trapiantare in vaso.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te