Basta aggiungere questo ingrediente per mettere fine alla cottura disomogenea delle castagne

È arrivato il tempo delle castagne e quasi tutti ne vanno matti. Spesso le prepariamo per condividere con amici e familiari qualche attimo di serenità al riparo da pioggia e freddo nelle nostre case. Ciò che forse non abbiamo mai pensato è che in qualsiasi cucina italiana esiste un ingrediente che è in grado non solo di speziare, ma anche di fare da naturale conduttore di calore. Non è un caso che alcune prelibate ricette di pesce e di carne si servono di questo metodo. Allora vediamo come servircene per le castagne, considerato che spesso ci accorgiamo che la cottura sulla fiamma tende a bruciare un lato, ed in generale a rinsecchirle eccessivamente.

Ora andremo a spiegare  perchè basta aggiungere questo ingrediente per mettere fine alla cottura disomogenea delle castagne.

Si tratta del sale grosso, che con i suoi cristalli può tranquillamente fungere come fonte mediata di cottura, quasi fossero dei carboni ardenti. La realizzazione è, come è facile intuire, estremamente semplice. Inoltre la cottura al forno permette tranquillamente di dedicarsi ad altro durante il tempo d’attesa. Questo è un  aspetto che aiuta noi padroni di casa ad occuparci di altri aspetti importanti come intrattenere gli invitati oppure perfezionare le portate precedenti del pasto.

Basta aggiungere questo ingrediente per mettere fine alla cottura disomogenea delle castagne

Per realizzare le castagne al sale per circa 4 persone, basterà armarsi di un chilo di sale grosso e di 500 grammi delle nostre amate castagne. Se invece volete dare un tocco nordeuropeo, potete anche accompagnarle con del burro caldo quando sarà ora di mangiarle. Mentre preriscaldate il forno a 175 gradi, è necessario ricordarsi di incidere le castagne sul lato sporgente bombato, facendo attenzione a non rovinarsi le mani! Occorre però fare attenzione a non tagliare troppo in profondità all’interno della polpa, provando a rimanere superficiali per distaccare il guscio esterno. È sufficiente poi prendere una teglia di grandezza media. Attenzione, la quantità di sale deve essere adatta a ricoprire per due terzi le castagne che ci andrete ad adagiare. Una volta riposte le castagne nel sale, mantenendo il taglio rivolto al lato superiore, si può infornare nel ripiano centrale del forno.

Durante i 30 minuti abbondanti il sale cuocerà le castagne in maniera omogenea e costante. Al termine della cottura, oltre a maneggiare attentamente e a riporre in un canovaccio umido, noteremo la straordinaria morbidezza della buccia e la facilità nell’aprirle e mangiarle. La polpa risulterà verosimilmente morbida e saporita. Come se non bastasse il sale utilizzato può tranquillamente essere conservato per il medesimo utilizzo, visto che ci auguriamo possa diventare una cottura comoda e apprezzata.

Un trucco dei nonni per sfruttare il caldo fino in fondo

Tanti anni fa, quando grandi e bambini dovevano uscire di casa al freddo e le castagne erano ancora calde in seguito alla cottura, erano in molti a custodirle in tasca. In questo modo potevano avere una fonte di calore assicurata per un certo tempo. Tentar non nuoce!

Approfondimento

Come sbarazzarsi di ragni e ragnatele

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te