Banche Italiane: la fusione tra UBI Banca e Intesa Sanpaolo ancora in bilico. Intanto dove è diretta la banca bergamasca?

Ancora prima dell’emergenza Covid-19 il settore delle banche italiane era stato travolto dalla notizia improvvisa della Offerta Pubblica di Scambio (OPS) di Intesa Sanpaolo su UBI Banca. L’offerta di OPS da parte di Intesa, infatti, aveva colto di sorpresa tutti e aveva fatto schizzare del 30% le quotazioni della banca bergamasca.

Lo scoppiare della crisi, però, non ha fermato il risiko tra le banche italiane che, nonostante la necessità di affrontare una situazione senza precedenti, è andato avanti.

Va detto che da parte dei grandi soci di UBI Banca, riuniti nel patto denominato Car, c’è stato un netto rifiuto della OPS della banca guidata da Messina. Rifiuto he è diventato ancora più forte dopo che, a causa del crollo delle quotazioni,  il valore dell’offerta è inferiore di oltre il 60% al patrimonio della banca. Resta, però, un’apertura di principio a progetti di aggregazione nel settore bancario. Tuttavia il Car ritiene che i progetti di aggregazione vadano perseguiti purché in grado di creare valore per tutti gli azionisti e di aumentare la pluralità e la concorrenza sul mercato, anziché diminuirle.

Sicuramente nelle prossime settimane la vicenda della OPS avrà un ruolo molto importante nel panorama delle banche italiane.

In questo contesto, dove è diretta UBI Banca?

UBI Banca (MIL:UBI) ha chiuso la seduta del 15 aprile a quota 2,305€ in ribasso del 6,91%  rispetto alla seduta precedente.

Sul time frame mensile la tendenza in corso è ribassista e punta al I° obiettivo di prezzo in area 1,9159€. Da notare che questa area già in passato ha rappresentato un ottimo livello di supporto. Basta guardare a quanto successo nel 2016 e nel 2019. Si potrebbe, quindi, tentare di acquistare UBI Banca su questi livelli, ma con stop rigido nel caso di chiusure mensili inferiori agli stessi livelli. In questo caso, infatti, la discesa potrebbe continuare almeno fino in area 0,92€. Il II° obiettivo di prezzo, invece, si trova in area 0,3€.

I rialzisti potrebbero riprendere il sopravvento nel caso di chiusure mensili superiori a 3,5152€.

ubi banca

UBI Banca: proiezione ribassista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Approfondimento

Banche sotto attacco, risparmi e credito in pericolo: si rischia la fine della Grecia

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te