Azioni per principianti da comprare col rimbalzo dei mercati

E se proprio questa tempesta avesse suggerito a qualcuno di entrare sul mercato e vedere come guadagnare? Per ora ovviamente non è il caso, ma si possono iniziare a osservare alcune azioni per principianti da comprare col rimbalzo dei mercati.

Una strategia per guadagnare

Investire adesso non è un compito per principianti. Il motivo? Acque troppo agitate anche per chi se ne intende. Ma c’è una strategia per guadagnare anche per chi con il mercato non ha confidenza. Infatti, magari approfittando dei crolli, molti hanno avuto l’idea di comprare. Un’ottima idea, il più delle volte. Un errore per quello che è a tutti gli effetti uno sconvolgimento di mercato.

Quando arriverà il rimbalzo?

Meglio monitorare la situazione in attesa del rimbalzo. Il nodo della questione è capire quando arriverà veramente il rimbalzo. Alcuni rialzi, anche sensibili, sui mercati, non devono illudere. Intanto, nel frattempo che questo rimbalzo non dimostrerà tutta la sua affidabilità, si potrebbe iniziare a monitorare qualche titolo specifico. Si tratta di azioni che, con ogni probabilità, saranno al centro degli interessi degli investitori anche nelle prossime sedute.

Occasioni per guadagnare

Per prima cosa: quali elementi si devono considerare? Una caratteristica è quella della grandezza unita alla stabilità. Il campo delle cosiddette Blue Chip potrebbe essere un ottimo serbatoio per trovare occasioni per guadagnare. Gli investitori alle prime armi che stanno costruendo il proprio portafoglio devono considerare tutto come se stessero costruendo una casa: si parte dalle fondamenta. E queste devono essere stabili e forti.

Azioni per principianti da comprare col rimbalzo dei mercati

Un primo elenco che comprenda Alphabet, AT&T, Microsoft, Procter&Gamble, Visa (NYSE:V) potrebbe essere un primo passo. Infatti partendo da questa base si ottiene contemporanea un forte vantaggio competitivo e un grande potenziale per resistere alla concorrenza a lungo termine. C’è poi anche il fattore dividendi.

Rendimento da dividendo

Infatti sebbene non tutte le azioni presenti in elenco stacchino dividendi, quelle che lo fanno possono dare prova di affidabilità (AT&T e P&G) e di potenzialità di crescita (Visa). Nel primo caso si parla di un rendimento da dividendo del 6,9% per AT&T. Mentre con P&G, parlando di affidabilità, si ha a che fare con un rendimento aumentato consecutivamente per 63 anni. Una perla rara in un contesto caratterizzato da bassi tassi di interesse un po’ ovunque. Per motivare un eventuale acquisto su Alphabet e Microsoft basta una sola parola: Internet.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te