Azimut da Cenerentola a regina nel 2019?

Azimut (AZM.IT)  ha chiuso la seduta del 28 dicembre a 9,534€ in rialzo del 2,38%.  Il titolo ha segnato il massimo annuale a 17,06€ il 16 gennaio  ed il minimo a 9,252€ il 27 dicembre.

Il titolo ha così chiuso un pessimo anno al rialzo. Azimut, infatti, è risultato essere il titolo del listino principale con la peggiore performance nel 2018: un ribasso del 40,3%.  Nel mese di dicembre ha contribuito ad affossare definitivamente il titolo la notizia che  l’amministratore delegato di Azimut si è dimesso con decorrenza 25 gennaio 2019.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

D’altra parte, come da comunicazione Consob,  Azimut risulta essere la società più shortata sul listino milanese con 27 operazioni corte in essere e il 19,65% di capitale sociale detenuto dagli investitori in ottica ribassista. Comunque le posizioni short sono in diminuzione rispetto a quanto scritto qualche settimana fa, leggi articolo.

Che la diminuzione  dell’esposizione short sia un buon viatico per il 2019? Un altro aspetto incoraggiante per il titolo è il suo rendimento proveniente dal dividendo. Come mostrato nell’articolo Dividendi 2019: quali titoli azionari comprare?, ai valori attuali il rendimento del dividendo è di oltre il 10%.

Intanto gli analisti preferiscono essere prudenti con un consenso medio di HOLD e un prezzo obiettivo medio pari a 13,2€. C’è, quindi, sul titolo un potenziale rialzista del 38% dai valori attuali.

A sinistra andamento del valore medio del prezzo obiettivo di Azimut secondo il giudizio degli analisti. A destra è riportato il numero di analisti che hanno dato un certo tipo di giudizio e la stima, con anche i valori massimo e minimo, del prezzo obiettivo

A sinistra andamento del valore medio del prezzo obiettivo di Azimut secondo il giudizio degli analisti. A destra è riportato il numero di analisti che hanno dato un certo tipo di giudizio e la stima, con anche i valori massimo e minimo, del prezzo obiettivo

Analisi tecnica e previsioni sul titolo Azimut

Sul time frame giornaliero la tendenza in corso è ribassista, ma il supporto (II° obiettivo di prezzo) in area 9,2245€ sta svolgendo egregiamente il suo compito. Qualora, però, dovesse cedere Azimut si dirigerebbe verso il III° obiettivo di prezzo in area 8,29€. Per un’inversione rialzista sarebbe necessaria una chiusura giornaliera superiore ad area 10,16€.

Anche nel lungo periodo, time frame mensile, la tendenza in corso è ribassista ed è diretta verso il I° obiettivo di prezzo in area 4,2962€. L’unico baluardo lungo questo percorso ribassista si trova in area 9,1701€. Da questo punto di vista la chiusura di dicembre di Azimut fa ben sperare. Una chiusura mensile inferiore a questo livello anticiperebbe l’accelerazione finale verso l’obiettivo di prezzo indicato. Si avrebbe un’inversione rialzista con chiusure mensile superiori a 12,1752€

Azimut: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Azimut: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Azimut: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Azimut: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te