Aumento di stipendio fino a 204 euro al mese e arretrati fino a 2.200 euro per questi lavoratori 

In Italia il Mondo del lavoro è basato su tanti singoli CCNL. Ogni settore ha le sue regole anche per quanto concerne lo stipendio. Sindacati ed associazioni di categoria si riuniscono a determinate scadenze, per discutere di minimi salariali, inquadramenti ed ogni altro aspetto strettamente collegato al lavoro. I CCNL durano un determinato numero di anni. Ci sono contratti che, come logica vorrebbe, vengono rinnovati in prossimità della scadenza del precedente. Altri invece vengono rinnovati con colpevole ritardo. Ma a rinnovo prodotto, ai lavoratori vengono concessi gli arretrati.

Aumento di stipendio fino a 204 euro al mese e arretrati fino a 2.200 euro per questi lavoratori

Durante un periodo lavorativo in cui un CCNL è scaduto, ai lavoratori, a prescindere dal settore, spetta l’indennità di vacanza contrattuale. In pratica si concede un minimo aumento di stipendio commisurato, in percentuale, al tasso di inflazione. Questo fino al rinnovo del contratto. Ed è quello che sta accadendo nel comparto sanità. Per quelli che sono stati etichettati come gli eroi della pandemia insieme ai medici, cioè gli infermieri e gli OSS, ecco in arrivo arretrati di stipendio ed aumenti di salario.

Si attende solo la firma definitiva dell’ARAN per completare la piattaforma di rinnovo che però vede l’accordo di massima già raggiunto. Gli aumenti di stipendio andranno da 174 a 204 euro. E per gli arretrati le cifre sono tra i 1.200 ed i 2.200 euro. Arretrati una tantum ed erogati al netto dell’indennità di vacanza prima citata.

Un rinnovo che è sempre più complicato rispetto agli altri settori

In netto ritardo ma alla fine ci sarà la tanto agognata fumata bianca per il nuovo contratto per infermieri ed OSS. Il comparto è particolare e si differenzia dagli altri settori lavorativi ed anche dagli altri comparti della PA. La sanità infatti è a competenza reginale. Ed anche le Regioni devono contribuire, con gli opportuni capitoli di spesa, a rimpinguare le casse per concedere i nuovi importi ai lavoratori. Un aumento di stipendio fino a 204 euro non è certo cosa da poco. Naturalmente il Governo ci mette del suo con il Fondo sanitario nazionale che ha una imponente dotazione di 2 miliardi di euro.

Dotazioni a cui occorre aggiungere i vari stanziamenti che sono stati destinati alla sanità in questi lunghi mesi di emergenza. Buone notizie quindi per OSS ed infermieri, che riceveranno presto gli aumenti previsti e che otterranno anche gli arretrati per il triennio 2019-2021.

Approfondimento

Arrivano fino a 117 euro di aumento di stipendio e fino a 2.545 euro di arretrati sulla busta paga di maggio di questi lavoratori

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te