Attivare lo SPID non è mai stato così semplice e chi conosce questa procedura può farlo direttamente da casa

Lo SPID è ormai uno strumento fondamentale nella vita di tanti cittadini italiani. L’identità digitale serve per ottenere accesso a quasi tutti i servizi online della pubblica amministrazione, ma non solo: grazie a esso è possibile accedere a tantissimi altri servizi digitali. Proprio per questi motivi, i vari provider che rilasciano il Sistema Pubblico d’Identità Digitale hanno attivato milioni e milioni di account negli ultimi mesi.

L’altissima richiesta ha portato Poste Italiane, uno dei provider che rilascia lo SPID, a rendere operativi vari metodi di attivazione dell’identità digitale. La pandemia da Covid 19 e l’impossibilità di recarsi negli uffici postali ha ulteriormente contribuito ad accelerare i tempi. Oggi, grazie allo SPID, milioni di cittadini possono compilare il 730, gestire i profili personali in Poste, il cashback, il reddito di cittadinanza e altro.

Occorre la carta nazionale dei servizi

Per questo sistema comodissimo basta la tessera sanitaria. Basta fare attenzione a qualche piccolo accorgimento perché attivare lo SPID non è mai stato così semplice e chi conosce questa procedura può farlo direttamente da casa. Quindi, non solo carta d’identità elettronica o passaporto, tutto diventa più facile e sarà possibile evitare di presentarsi all’ufficio postale per completare tutte le pratiche necessarie.

Prima di procedere, è importante verificare che la tessera sanitaria sia attiva anche come carta nazionale servizi. Questo passaggio è fondamentale e senza di esso non sarà possibile procedere con l’attivazione dello SPID, in quanto Poste Italiane non potrà riconoscere la tessera come un documento valido. Per farlo, bisogna recarsi presso gli sportelli abilitati nella propria Regione e richiedere i codici necessari.

Attivare lo SPID non è mai stato così semplice e chi conosce questa procedura può farlo direttamente da casa

Viene richiesto di solito un documento d’identità valido e la tessera da “sbloccare”. Basta poi seguire le indicazioni degli operatori allo sportello e procedere. La carta nazionale dei servizi potrà poi essere utilizzata a casa con un apposito lettore di smart card, da acquistare a parte.

A questo punto si può navigare sul sito ufficiale di Poste Italiane, nella sezione dedicata all’attivazione dello SPID. Da qui si potrà avviare la procedura e, quando il sistema chiederà quale metodo di riconoscimento si vuole utilizzare, basta selezionare l’opzione per la carta nazionale dei servizi.

A questo punto, procedendo con l’attivazione, bisognerà utilizzare il lettore di smart card collegandolo al computer tramite un’apposita porta USB. Inserendo al suo interno la tessera, il sistema di Poste la riconoscerà come documento valido e procederà all’attivazione dello SPID. Il processo d’identificazione verrà eseguito con successo e si potrà ottenere l’identità digitale senza recarsi in Poste. Anche Aruba supporta la Carta nazionale dei servizi come metodo valido per l’attivazione dello SPID.

Consigliati per te