Attenzione se troviamo livelli bassi o alti di sideremia e ferritina nel sangue

Il ferro è un minerale fondamentale per l’organismo di un uomo, per avere dei globuli rossi sani, ma è importante anche per altre funzioni. È responsabile del trasporto dell’ossigeno ai singoli organi ed alle cellule del nostro corpo. Per capire il livello di ferro, è necessario fare delle analisi del sangue e misurare anche i valori di sideremia, ferritina e transferrina, per avere un quadro completo. Dopo aver fatto richiesta dal proprio medico curante, per fare gli esami basterà prenotare o recarsi in qualsiasi centro convenzionato.

Attenzione se troviamo livelli bassi o alti di sideremia e ferritina nel sangue non sottovalutiamo i segnali e facciamo subito un controllo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sintomi

Può capitare di avere nell’organismo ferro in eccesso, i sintomi possibili sono affaticamento, stanchezza, dolori articolari, ciclo irregolare e umore altalenante. Questa condizione può anche causare l’emocromatosi, malattia che danneggia alcuni organi. Le conseguenze variano da persona a persona e sono relativi allo stato di salute.

Non si conosce la causa precisa di questa patologia, si includono fattori clinici, ereditari ed alimentari. Più comunemente capita in forma lieve, di avere delle carenze di ferro, quindi il sangue ha difficoltà a trasportare l’ossigeno. I sintomi possono essere di diversa intensità e tipologia. Quando ancora il nostro corpo compensa con le riserve, non si avranno disturbi evidenti. Se la condizione continuerà nel tempo, potrebbero comparire altri segnali: stanchezza, pelle secca, capelli fragili, vertigini, tachicardia, pallore.

Le cause sono sempre da cercare a fondo, attraverso esami approfonditi, può trattarsi di emorragia, anemia, cattiva alimentazione o malattie che non permettono di assorbire ferro.

Alimentazione

Per contrastare la carenza di ferro, bisogna integrare con sostanze nutritive, come il ferro e la vitamina B12, proteine e sali minerali. Frutti di mare, cioccolato, frutta secca, legumi, uova, carne di manzo, saranno ottimi per apportare i giusti nutrimenti. Se il problema sarà opposto, per ridurre i valori del ferro, bisogna scegliere gli alimenti che contengono fibre, come cereali integrali e ortaggi a foglia verde.

Attenzione se troviamo livelli bassi o alti di sideremia e ferritina nel sangue, per non peggiorare la situazione e risolvere in tempo.

Approfondimento

Ecco le analisi fondamentali dopo i 50 anni che possono salvarci la vita.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te