Attenzione se si riceve questo SMS sospetto perché è un tentativo di furto dati

In questi giorni circola nuovamente e continua a diffondersi a macchia d’olio un tentativo di truffa con gli SMS. Questi episodi rilevati nell’anno 2018 ma anche nello scorso dicembre continuano a creare danni e a raggirare le persone.
Lo scopo di questa truffa, è quello di rubare i soldi dalla carta e i dati personali dell’utente. In questo articolo, mettiamo i nostri Lettori a conoscenza di questi gravi episodi e di fare attenzione se si riceve questo SMS sospetto, perché è un tentativo di furto dati. Lo SMS dice così’: “hai un messaggio riguardante il tuo articolo rif: Amazon.it. Cliccare sul link”.

Attenzione se si riceve questo SMS sospetto perché è un tentativo di furto dati

Una volta aperto il link, la pagina visualizza la vincita dell’iPhone e vengono richiesti i dati della propria carta di credito e informazioni anagrafiche. Fornendo questi dati, si può essere potenziali vittime di furto di somme di denaro dai propri conti correnti e di altri raggiri.

Purtroppo, nessun SMS porterà un regalo non atteso e quindi il nostro consiglio è di  inserire il numero del mittente del messaggio, nel proprio telefono e bloccarlo.
Questi episodi, accadono perché conoscono il nostro numero di telefono e il nostro nome a causa dei tanti consensi che sono stati dati sui data breach.
Attenzione quindi a quali siti si forniscono i propri dati, come ad esempio, nome, cognome, data di nascita, residenza, numero telefonico, ecc. Il furto dei dati trasferiti poi al mercato nero e quindi ai cyber criminali,  può avvenire nei luoghi più impensati. Ad esempio anche quando si paga con carta di credito presso qualche esercizio commerciale, oppure presso su  un qualsiasi sito o servizio web.

Le truffe passate

Sono stati tanti gli episodi di truffa e i più variegati verificatisi  negli ultimi anni e con le stesse modalità. La costante infatti è la richiesta di dati sensibili con i quali poter trasferire i nostri soldi a nostra insaputa.
Anche nel giugno 2020, si prometteva la vincita di un iPhone, che doveva avvenire tramite sorteggio. Anche qui, richiedevano i dati personali e il conto corrente per poterlo spedire e pagare la consegna.

Consigliati per te