Attenzione, questo tipo di thè provoca spiacevoli effetti collaterali

Forse non tutti sanno che la dipendenza da teina è comparabile a quella da caffeina. Tradotto, il caffè provoca una dipendenza simile al thè. Diciamolo alle zie o agli amici che ci invitano a prendere un thè pensando di farci un piacere salutare.

Certo, c’è la favola che racconta che la Regina Elisabetta consumi il proprio thè quotidiano alle 17. E grazie a questa sua abitudine, è arrivata ad una veneranda età in salute ed intelligenza.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Tuttavia, ci sono varie tipologie di thè e sarebbe meglio evitarne alcune. Attenzione, questo tipo di thè provoca spiacevoli effetti collaterali.

Kava Kava

Questa tipologia di thè arriva dalla regione dell’Oceano Pacifico ed è spesso impiegato contro l’ansia. Tuttavia, ha la capacità di causare sonnolenza, addirittura torpore, se lo beviamo troppo spesso.

Basti pensare che è vietato in due Paesi, la Polonia e l’Australia, perché può anche provocare disfunzioni epatiche. Inoltre, se assumiamo vino o birra o qualunque bevanda alcolica nel giro di alcune ore, può causarci danni al fegato. Quindi, attenzione, questo tipo di thè provoca spiacevoli effetti collaterali.

Thè che fanno bene

Ricordiamo ora ai nostri Lettori delle qualità di thè che fanno bene. Il primo è naturalmente il celeberrimo thè nero che dà sostegno al metabolismo. Certo, se lo consumiamo in eccesso è molto eccitante. Forse è ovvio ma ricordiamo che, come per ogni sostanza, l’abuso è sicuramente nocivo.

Un altro thè degno di nota è quello che arriva dalle foglie di camellia sinesis, il nome latino della pianta del thè per antonomasia. Il colore bianco è dato dal trattamento riservato alla produzione di questo thè. Vengono, infatti, prese le foglie giovani che presentano una peluria bianca. Da consumare rigorosamente senza zucchero.

L’ultimo thè della nostra serie è naturalmente il thè verde. Alcuni lo chiamano “la bevanda più sana del mondo”. Ciò sembra essere dovuto all’alta concentrazione di EGCG, sostanza quasi miracolosa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te