Attenzione perché se il cane ansima molto è un pessimo segnale e dobbiamo preoccuparci

Se portiamo il cane a fare due passi o una corsetta, noteremo che ad un certo punto inizierà ad ansimare in maniera decisa. Fin qui tutto normale, essendo un’azione che gli permette di regolare la temperatura corporea quando si alza. Occhio però, perché può succedere che il respiro del nostro animale si faccia affannoso anche in situazioni normali o quando comunque non c’è stato uno sforzo. Se dovesse accadere, la sua salute potrebbe essere seriamente a rischio. Dunque, attenzione perché se il cane ansima molto è un pessimo segnale e dobbiamo preoccuparci. Vediamo perché con gli esperti di cultura e società di ProiezionidiBorsa.

Quando stare in allerta

Dopo aver giocato con la palla, con altri cani o essere stato in giro, è naturale che il respiro del nostro cane si faccia più intenso. Soprattutto nei mesi più caldi come quelli estivi. Stiamo attenti, però, se l’ansimare si verifica tutto l’anno, anche nei mesi freddi, quando il cane non è in movimento e se il respiro si fa intenso ed affannoso. In questi casi meglio prendere subito un appuntamento col veterinario di fiducia per verificare le condizioni di salute del nostro amico a quattro zampe.

Attenzione perché se il cane ansima molto è un pessimo segnale e dobbiamo preoccuparci

Alcune delle cause che portano ad ansimare eccezionalmente il cane sono ansia e paura. Questo può succedere quando capisce che sta andando incontro a qualcosa di spiacevole, come la visita del veterinario. Questi casi sono generalmente accompagnati da altri sintomi come pianti, tremori o sbadigli in successione. Se i momenti di terrore o di disagio del nostro animale sono frequenti e prolungati, potrebbero provocargli sia disturbi emotivi che fisici.

Anche febbre e dolore possono essere cause dell’ansimare del cane. Al riguardo, facciamo attenzione se il respiro si fa affannoso senza alcun motivo, come quando il cane è tranquillo o durante il riposo notturno. In caso di febbre, mettiamogli sempre a disposizione una ciotola di acqua fresca.

I casi più gravi riguardano invece vere e proprie patologie e problemi fisici rilevanti dell’animale. Dall’obesità, all’anemia, ai casi di paralisi laringea. Per non parlare delle molteplici malattie del cuore e dei polmoni che possono mettere in serio pericolo la salute del nostro cane. In questi casi è bene diagnosticare in anticipo queste malattie per curarle in tempo.

Scegliamo una dieta equilibrata

La prima soluzione ai problemi sopra elencati ci è offerta dall’alimentazione. Cerchiamo di nutrire il nostro cane con alimenti sani e naturali. Non cuociamo eccessivamente i cibi e, se possiamo, cuciniamo qualcosa per lui in casa. In ogni caso, facciamo attenzione perché se il cane ansima molto è un pessimo segnale e dobbiamo preoccuparci.

Consigliati per te