Attenzione perché queste abitudini molto comuni potrebbero far scaricare subito e distruggere la batteria del nostro telefono

Utilizziamo il telefono per molte ore tutti i giorni. Ormai il cellulare è diventato il compagno più fidato della maggioranza delle persone. Attraverso il telefono siamo costantemente connessi con il Mondo e possiamo raggiungere virtualmente ogni luogo in pochi istanti. I cellulari, oltretutto, sono sempre più potenti e sofisticati offrendo agli utenti una vasta gamma di funzioni disponibili.

Esiste, però, un problema irrisolto legato al telefono, cioè l’usura della batteria. Per lo stato della tecnologica odierna la batteria non durerà mai per sempre, e nemmeno rimarrà per sempre allo stato di efficienza iniziale. Questo è certo e non dipende dall’uso, più o meno attento, che facciamo del nostro telefono. Uno smartphone, in media, conserva, al giorno d’oggi, un buono stato di efficienza, anche energetica, per due oppure tre anni. Poi, fisiologicamente, diminuisce di prestazioni.

Buone abitudini per evitare l’usura della batteria 

Fatta questa premessa, è anche vero che applicare comportamenti corretti nella gestione quotidiana del telefono può allungarne la vita, anche significativamente. E allora, occorre fare attenzione perché queste abitudini molto comuni potrebbero far scaricare subito il telefono e la sua batteria. Il primo consiglio è quello di evitare di esporre il telefono a sbalzi di temperatura. L’ideale sarebbe che il telefono conservasse una temperatura non eccessivamente fredda o calda. Da evitare ad esempio di lasciare il telefono al sole oppure vicino al forno.

Un altro consiglio, piuttosto importante, è quello di cercare di evitare di utilizzare il telefono durante il tempo di ricarica. Questa buona pratica vale soprattutto quando dobbiamo impiegarlo per applicazioni che hanno un alto costo energetico. Si pensi ad un gioco per smartphone. Sarebbe meglio evitare grandi consumi energetici mentre il telefono è in carica.

Attenzione perché queste abitudini molto comuni potrebbero far scaricare subito e distruggere la batteria del nostro telefono

Un’altra ottima accortezza è quella di tenere il livello della batteria tra il 25-30% e 80-85% del suo potenziale. Questo perché è la fascia energetica che affatica di meno la batteria e ne determina un’usura minore. Meglio poi non arrivare al 100% ogni volta che carichiamo lo smartphone. Allo stesso modo sarebbe bene evitare che la batteria scenda sotto il 10% oppure addirittura il telefono si spenga da solo. È un falso mito, invece, quello per cui occorrerebbe scaricare tutta la batteria prima di mettere il telefono in carica. Il famoso “effetto memoria” si legava alle vecchie batterie fatte di Nichel e Cadmio.

Ultimo consiglio è quello di non abusare della ricarica rapida, oggi diffusa per moltissimi smartphone. Infatti, seppure questa consenta di ricaricare il telefono in tempi davvero molto rapidi, alla lunga può usurarlo significativamente. La ricarica veloce comporta un surriscaldamento maggiore della batteria e dunque uno stress più forte. Negli smartphone più moderni è ormai possibile verificare lo stato di usura della batteria. Nell’iPhone ad esempio è sufficiente andare su Impostazioni, poi Batteria e infine cliccare su Stato Batteria. Il telefono ci indicherà lo stato di efficienza della batteria rispetto a quando lo abbiamo acquistato.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te