Attenzione perché questa comune spezia può essere molto pericolosa se stiamo assumendo farmaci anti trombosi

L’erboristeria usa la natura come rimedio. Non dobbiamo scambiarla per medicina, ma gli effetti di erbe e spezie sono spesso risolutivi. Soprattutto se si tratta di mantenere il nostro organismo sano con una cura giornaliera. L’assunzione di spezie come la curcuma, per esempio, ha un comprovato effetto benefico sul nostro corpo. La curcuma è un farmaco naturale, con effetti antinfiammatori e antiossidanti. Ma attenzione perché questa comune spezia può essere molto pericolosa se stiamo assumendo farmaci anti trombosi. Vediamo insieme perché.

Le mille proprietà della regina delle spezie

La curcuma è una pianta perenne, detta anche zafferano delle Indie. Proprio in India, questa spezie è spesso usata in medicina come antisettico per contusioni e ustioni. Rilievi scientifici dimostrerebbero anche le sue qualità antitumorali. Quindi integrare la propria dieta con la curcuma è un gran bene, nella maggior parte delle ipotesi. Tra le sue mille proprietà, c’è anche quella di essere un integratore anti trombotico naturale. L’assunzione di curcuma, infatti, limita il coagularsi del sangue, riducendo il rischio di un’ipotetica formazione di trombi. Questo però non sempre è un bene. Spieghiamo il perché.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Attenzione perché questa comune spezia può essere molto pericolosa se stiamo assumendo farmaci anti trombosi

Il naturale effetto anti trombotico della curcuma può creare problemi al nostro organismo nel caso in cui stiamo già assumendo dei farmaci anti trombotici. In questo caso, l’azione coordinata della spezia con la medicina potrebbe portare all’eccesso l’effetto desiderato. Di conseguenza, il nostro sangue potrebbe avere dei problemi a coagularsi normalmente. Così, potremmo andare incontro a sanguinamenti eccessivi e flussi di sangue che faticano a fermarsi, qualora per esempio ci tagliassimo. Per questo, se stiamo già assumendo dei farmaci anticoagulanti come eparina e cardioaspirina, evitiamo in tutti i modi la curcuma. Oltre a questo, la curcuma può interferire con l’assunzione di diversi tipi di farmaci. Per questo è sempre bene consultare il nostro medico se ne siamo ghiotti ma al contempo stiamo seguendo delle specifiche cure.

Approfondimento 

Mai più forfora grazie a questo shampoo fatto in casa con una spezia che abbiamo sempre in cucina

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te