Attenzione perchè non tutti i tipi di tende da sole rientrano nell’Ecobonus

Lo Staff di Proiezioni di Borsa ha già parlato in questo articolo del c.d. Bonus tende.

Prima di acquistare delle tende da sole bisogna fare attenzione perché non tutti i tipi di tende da sole rientrano nell’Ecobonus. In questa sede, appunto, andremo a vedere quali tipi di tende non sono agevolabili con l’Ecobonus!

Per prima cosa, occorre definire cosa si intenda per schermatura solare. Ossia la categoria ove rientrano le tende. Ebbene, si tratta di “sistemi che, applicati all’esterno, integrati o all’interno di una superficie vetrata trasparente, permettono una modulazione variabile e controllata dei parametri energetici e ottico-luminosi in risposta ai raggi solari”.

Oltre alla chiusure oscuranti, sono agevolabili tutte le tende che solitamente chiamiamo tende da sole. Fra queste annoveriamo le tende a bracci pieghevoli, le tende a pantografo (le tende che si compongono di segmenti per permettere l’apertura delle persiane).

Inoltre vi rientrano le tende sporgenti a bracci rotanti (tende a caduta che tramite segmenti in metallo vanno a sporgere dal parapetto del balcone). Ma ancora tende sporgenti all’italiana, tende verticali, per facciate continue, per lucernari, per serre, a pergola, capottine retrattili, frangisole e  zanzariere.

Ecco, di seguito, le tende che non rientrano dell’agevolazione.

Le tende senza marcatura “CE”

La marcatura “CE” viene accordata in base alle normative UNI EN 13561. Le tende esterne vengono divise per classe in base alla resistenza al vento e alla sicurezza. Le classi vanno dalla 0 alla 3 dove la terza indica una maggiore resistenza al vento e sicurezza per terzi.

Le strutture fisse

Per fruire dell’agevolazione, le tende devono avere il carattere della mobilità. Questo significa che devono adeguarsi al variare della luce e della temperatura: sono retraibili, ad esempio.

Le tende che non schermano una vetrata

La tenda deve schermare una superficie vetrata. Questo non significa però che si possa fruire dell’agevolazione fiscale solo se si cambiano anche le finestre. Anzi il bonus tende è indipendente dalla sostituzione degli infissi.

Le tende smontabili e smontabili dall’utente

Un ombrellone, ad esempio, non rientra fra gli acquisti detraibili. Per l’agevolazione occorre che le tende siano applicate in modo solidale con l’involucro edilizio.

Le tende che non sono considerate schermature tecniche

In base alla norma UNI EN 14501 le schermature tecniche devono possedere nell’apposita scheda allegata una voce chiamata “il fattore solare” indicato con la sigla “Gtot”. Questo parametro può avere un valore compreso tra 0 e 1. Esso indica la trasmittanza termica ovvero quanto calore filtra dalla tenda+vetrata all’interno.

Le schermature tecniche con un fattore solare superiore a 0,35

Il fine, la ratio del bonus tende è  quello di incentivare l’adozione per l’isolamento e il risparmio energetico degli edifici. Sono, quindi, detraibili gli acquisti di tende che offrono un buon isolamento dal calore trasmesso dal sole. Solo le tende con Gtot inferiore o uguale a 0,35 sono considerate idonee a tale scopo e quindi detraibili.

Le tende in tessuto cristal non vi rientrano a meno che non siano anche oscuranti.

Le tende (quindi tende da sole, veneziane, tende a rullo, tende a bracci) con orientamento nord, nord-est e nord-ovest

Sono detraibili solo le spese per le tende con orientamento a est, ovest e a sud.

Installazioni non a norma

Non rientrano nell’agevolazione le tende installate in violazione delle pertinenti norme nazionali e locali vigenti in materia urbanistica, edilizia, di efficienza energetica e di sicurezza (impianti, ambiente, lavoro).

Bisogna prestare, quindi, molta attenzione perchè non tutti i tipi di tende da sole rientrano nell’Ecobonus!

Consigliati per te