Attenzione perché la Commissione Nazionale per la Borsa ricerca laureati in varie discipline ed è possibile già candidarsi

Sono freschi di pubblicazione (G.U. n. 23 del 22 marzo) i 3 bandi di concorso indetti dalla CONSOB, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. È un’Autorità indipendente che tutela gli investitori e assicura la trasparenza e lo sviluppo del mercato mobiliare italiano.

Con le nuove selezioni pubbliche, l’Ente punta a rafforzare l’organico con profili di alta formazione. Dunque, attenzione perché la Commissione Nazionale per la Borsa offre 11 opportunità senza precedenti per chi ama le grandi sfide professionali.

I 5 posti di consigliere vacanti presso la Commissione Nazionale per la Borsa

Un bando concerne l’assunzione di 5 laureati nel segmento professionale di consigliere (area manageriale e alte professionalità), profilo STEM. Ossia laureati in Science, Technology, Engineering and Mathematics, e per la sede di Roma.

Al riguardo abbiamo visto che i laureati STEM sono ricercatissimi da Nord a Sud, e che in genere spuntano retribuzioni sopra la media.

Per partecipare occorre il possesso della laurea magistrale o specialistica o vecchio ordinamento e con punteggio di almeno 105/110 o equivalente. Le classi di studio ammesse a concorso (tutte afferenti all’area STEM) sono dettagliate alla lettera a), comma 2 dell’art. 1. La successiva lettera b) prevede il possesso di comprovata esperienza lavorativa di almeno 5 anni nel settore ICT. Il bando, in particolare, elenca i campi ICT sui cui occorre aver maturato esperienza lavorativa.

Le istanze vanno inviate entro le ore 18.00 del 21 aprile tramite l’applicazione disponibile sul portale CONSOB. Se le domande pervenute saranno superiori a 150, scatterà una preselezione per titoli. Il concorso, invece, si struttura in una prova scritta, la valutazione dei titoli, la prova orale e un colloquio in lingua inglese.

Attenzione perché la Commissione Nazionale per la Borsa ricerca laureati in varie discipline ed è possibile già candidarsi

Un secondo bando riguarda al copertura di 5 esperti informatici, area manageriale e alte professionalità, sempre per la sede di Roma. Anche in questo caso è previsto il possesso della laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento e punteggio pari almeno a 105/110. Le classi di studio sono dettagliate al bando e riguardano la sfera STEM. Inoltre è richiesto il possesso degli altri requisiti generici previsti per l’accesso nel pubblico impiego.

Tempi e modi per l’inoltro delle istanze coincidono a quelli del bando precedente (e anche il successivo). L’art. 4, infine, dettaglia le modalità di svolgimento del concorso. Esse prevedono l’eventuale prova preselettiva, una prova scritta e una orale, un colloquio in lingua inglese.

Il posto di direttore con profilo informatico a tempo determinato

Il terzo e ultimo bando concerne la copertura di un posto di direttore con profilo informatico per la sede di Roma. Il contratto è a tempo determinato e della durata di 5 anni, rinnovabile una sola volta.

Anche in questo caso si richiede il possesso di una laurea STEM con votazione non inferiore a 105/110 e documentabile esperienza lavorativa. Quest’ultima deve essere non inferiore a 10 anni e maturata nel settore ICT, di cui almeno 5 nei campi indicati all’avviso. Infine si richiede il possesso degli altri requisiti generici per l’accesso presso il pubblico impiego.

La selezione (art. 5) è articolata nella valutazione dei titoli e in un colloquio, anche finalizzato all’accertamento della conoscenza della lingua inglese.

In chiusura invitiamo i Lettori interessati alle selezioni a prendere visione integrale del bando di proprio interesse e sciogliere tutti i dubbi del caso.

Approfondimento

Ecco 8 Province che offrono un lavoro stabile nel pubblico impiego, ideale per chi intende lavorare a due passi da casa.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te