Attenzione perché il risparmio promesso dalla tariffa luce bioraria non è più così sicuro

Il libero mercato promette grandi risparmi, ma impone anche di conoscere alcune regole e principi basilari, senza i quali si rischia, invece, di spendere di più. Bisogna, però, fare attenzione perché il risparmio promesso dalla tariffa luce bioraria non è più così sicuro.

Per trovare la tariffa più conveniente bisogna, prima di tutto, riflettere sul proprio stile di vita. La prima scelta da fare è tra tariffa monoraria e bioraria.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Come scegliere tra tariffa monoraria e bioraria

Tariffa monoraria significa che il costo dell’energia elettrica è sempre lo stesso a qualsiasi ora del giorno, in tutti i giorni della settimana. Non c’è nessuna riduzione nemmeno negli orari notturni, né nei fine settimana.

È adatta a chi trascorre molto tempo in casa con orari costanti oppure alle famiglie numerose che hanno sempre la lavatrice e la lavastoviglie accese.

La bioraria prevede due diversi costi dell’energia. Una prima fascia va dalle 8 alle 19, dal lunedì al venerdì. La fascia scontata è invece quella dalle 19 alle 8 del mattino, per i gironi feriali e per gli interi giorni festivi. Quindi, sembra adatta a chi lavora fuori casa tutto il giorno ed usa la corrente soprattutto la sera quando rincasa.

Attenzione perché il risparmio promesso dalla tariffa luce bioraria non è più così sicuro

Il costo della luce nelle ore notturne, infatti, è gradualmente aumentato e rischia di ridurre il possibile risparmio. Questa tabella mostra le differenze di costo tra tariffa monoraria e bioraria per utenza residenti con contratto standard da 3 KW.

% consumo notturno Bioraria Monoraria Differenza netta Differenza %
50 € 692,00 € 685,00 + 7,00 + 1%
40 € 688,00 € 685,00 + 3,00 + 0,4%
33 € 685,00 € 685,00 0 0
20 € 681,00 € 685,00 – 4,00 – 0,6%
10 € 677,00 € 685,00 -18,00 – 2,6%

Come si vede, spostare i consumi verso le ore notturne, quindi, non garantisce più grandi risparmi. Addirittura, a volte i costi aumentano rispetto alla tariffa monoraria. Pertanto, la semplice idea di sfruttare maggiormente gli elettrodomestici di notte non taglia necessariamente la bolletta.

I simulatori online

Per valutare queste variabili ci sono online siti di comparazione bollette, come per le assicurazioni auto. È sempre bene, quindi, consultarne un paio prima di prendere una decisione.

La spesa per la bolletta della luce va valutata, soprattutto se si ha intenzione di andare a vivere da soli.

Consigliati per te