Attenzione perché gli occhi rossi del nostro cane potrebbero nascondere questa grave malattia

Una delle cose che insegnano subito a chi ha un cane per la prima volta è che se ha il naso secco significa che ha la febbre. Se la veridicità della teoria in sé è discutibile, il principio che le soggiace è vero. Per capire se il nostro cane sta bene dobbiamo imparare a leggere i segnali che il suo corpo ci trasmette.

Un segnale di malessere parecchio diffuso è l’arrossamento degli occhi, che spesso porta con sé rigonfiamento delle palpebre ed eccessiva secrezione. Le cause di questa sintomatologia possono essere diverse, dall’allergia all’infezione batterica. Un’altra causa spesso trascurata ma non così inusuale è la leishmaniosi. Dobbiamo fare attenzione perché gli occhi rossi del nostro cane potrebbero nascondere questa grave malattia che è bene cogliere sul nascere. Vediamo come riconoscerla e come intervenire.

Tutte le possibili cause degli occhi rossi

Nella maggior parte dei casi, l’arrossimento oculare dei cani è dovuto a una forma di allergia. Le fonti allergeniche possono essere le più disparate: dalla polvere, al polline, all’erba. In questo caso vedremo gli occhi arrossati e lacrimanti, con possibile rigonfiamento della palpebra. Un’altra causa potrebbe essere la presenza di un piccolo corpo esterno, che provoca irritazione.

Altrimenti, le patologie non gravi più diffuse sono la congiuntivite batterica o secca (dovuta a scarsa lacrimazione), ma anche la blefarite (infezione della palpebra). Qualora notassimo un piccolo rigonfiamento sottocutaneo, quando chiude la palpebra, potrebbe essere la patologia dell’occhio a ciliegia. In presenza di accumulo di sangue, invece, può trattarsi di ifema o ulcera della cornea.

Insomma, le patologie associate agli occhi rossi sono diverse. Molte non sono gravi, ma nei casi sfortunati può trattarsi anche di glaucoma, uveite o di quest’altra brutta malattia, purtroppo abbastanza diffusa.

Attenzione perché gli occhi rossi del nostro cane potrebbero nascondere questa grave malattia

Se l’arrossimento oculare persiste per più di 24 ore con fastidio crescente, siamo legittimati a preoccuparci. Potrebbe trattarsi di leishmaniosi, malattia tanto pericolosa quanto frequente tra i cani. La leishmaniosi è dovuta alla puntura di un pappatacio, che porta con sé un parassita spesso letale per i cani. Vari sono i sintomi di questa malattia. Tra i primi ci sono proprio gli occhi rossi, con relativa congiuntivite. Altri sintomi frequenti sono l’ingrossamento dei linfonodi e della milza, il pallore delle mucose, stanchezza, diarrea e vomito. Per poterla curare, dobbiamo prendere la leishmaniosi sul nascere. Per questo, se il nostro cane ha inspiegabilmente gli occhi rossi portiamolo subito dal veterinario. Potremmo salvargli la vita.

Approfondimento

Attenzione perché se il nostro cane beve molto potrebbe non trattarsi solo del caldo estivo ma di uno di questi 3 problemi da sottoporre subito al veterinario

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te