Attenzione, mai andare a dormire con questi oggetti

Attenzione mai andare a dormire con questi oggetti. Smartphone, tablet o computer “uccidono” il sonno e aumentano lo stress. Già da qualche tempo si sospettava che la tecnologia possa interferire col sonno e con un buon riposo. Ma gli ultimi studi in questione ce ne danno certezza.

Oggi vediamo perché con l’aiuto degli Esperti di Salute di ProiezionidiBorsa. E come si può rimediare se di sera abbiamo davvero bisogno di leggere un po’ prima di dormire.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Meglio dormire senza telefono

Attenzione, mai andare a dormire con questi oggetti: i dispositivi elettronici che ci tengono in contatto col mondo. Il team dei ricercatori sul sonno della California University studia le conseguenze che la tecnologia di telefonini, tablet, cellulari e iPod hanno sul riposo degli adulti. Ma in particolare su quello dei bambini.

Attenzione, mai andare a dormire con questi oggetti

I piccoli, ma anche gli adolescenti che portano l’ambito telefono a letto per guardare le serie Tv corrono un bel rischio. Si addormentano 37 minuti più tardi dei ragazzi ai quali è vietato dai genitori. Nel tempo, le loro ore di sonno complessive tendono a diminuire.

E a scuola la performance peggiora, si concentrano sempre peggio. Uno studio condotto presso il Brigham and Women’s Hospital di Boston rileva inoltre che leggere un e-book è peggio che leggere un libro cartaceo.

Perché la tecnologia interferisce col sonno

La luce blu emanata dai dispositivi elettronici riduce la nostra produzione della sostanza che regola il ciclo veglia-sonno, la melatonina. Dunque, non solo è meglio spegnerli almeno un’ora prima di andare a letto. Ma è bene evitare nel modo più assoluto che qualche schermo rimanga acceso.

La produzione di melatonina avviene tra le 2 e le 5 del mattino e ha bisogno del buio. Lo confermano i neurologi dell’ospedale Humanitas di Rozzano (MI), che studiano il rapporto tra riposo e cefalee. Chi lascia qualche dispositivo acceso nella stanza, anche in stand by, non solo farà fatica a prendere sonno, ma anche a mantenerlo. La luce blu è la causa del sonno disturbato. Ciò prelude, al mattino dopo, ad una performance cognitiva ridotta.

Cosa fare se si deve per forza leggere a letto

Alcune persone sono convinte che una pagina di buona lettura sia il segreto del buon sonno. Se proprio si deve farlo, è bene procurarsi un paio di occhiali con le lenti color arancione. Che sono in grado di ridurre l’esposizione alla luce blu.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te