Attenzione è questo il primo segnale che il lavandino della cucina si sta intasando

Tra i piccoli incidenti domestici, pochi sono più temuti di uno scarico intasato.
Generalmente questi disastri avvengono all’improvviso, e ci colgono alla sprovvista proprio quando abbiamo il lavandino pieno di stoviglie da lavare.

Ma in realtà un lavandino che corre il rischio di intasarsi manda spesso dei segnali molto chiari. Semplicemente, siamo noi che non sappiamo vedere gli indizi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Se riusciamo a scoprire che il nostro lavandino sta per intasarsi, sarà molto più facile correre ai ripari. Dopotutto, prevenire è sempre meglio che curare. Ecco come scoprire se il lavandino corre il rischio di intasarsi.

Attenzione, è questo il primo segnale che il lavandino della cucina si sta intasando.

Attenzione se abbiamo un lavandino con due vasche

Questo segnale è più evidente se in cucina abbiamo un lavello con la doppia vasca. Prestiamo attenzione a ciò che accade quando scarichiamo una grossa quantità di acqua da una delle due vasche. Ad esempio, quando scoliamo la pasta o quando togliamo il tappo dopo aver lavato i piatti. Se l’acqua invece di scorrere velocemente, comincia a emergere dallo scarico della vasca di fianco, questo è un sicuro segnale che lo scarico è troppo lento, e che quindi potrebbe essere sul punto di intasarsi. Ma esiste un segnale anche per i lavelli singoli.

Attenzione, è questo il primo segnale che il lavandino della cucina si sta intasando.

C’è da preoccuparsi se lo scarico è lento e irregolare

Se quando gettiamo una grossa quantità di liquido nel lavandino sentiamo degli strani rumori di risucchio, potrebbe essere un segnale che lo scarico non funziona a dovere. Se lo scarico è lento e l’acqua rimane a ‘stagnare’ per diversi secondi prima di defluire, potrebbe essere un indizio che il lavandino si sta intasando.

In questi casi, è sempre meglio rivolgersi a un idraulico ed evitare il fai-da-te. Se proprio non vogliamo restarcene con le mani in mano, meglio utilizzare uno sturalavandini ed evitare prodotti chimici aggressivi.

Attenzione anche ai nostri comportamenti quotidiani. Ad esempio: non ci pensiamo mai ma questo alimento insospettabile è il primo colpevole dei lavandini intasati

Consigliati per te