Attenzione, è in arrivo l’ultima e interessante novità sui messaggi vocali di WhatsApp

La modifica interesserà tutti coloro che usano frequentemente i messaggi vocali di WhatsApp. Il team dell’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo continua ad apportare numerose e interessanti modifiche migliorando i propri servizi. Infatti, dopo aver introdotto la rivoluzionaria funzione dell’ascoltare velocemente i messaggi e aver cambiato il design delle notifiche dei gruppi, si appresta ad introdurre nuove funzioni. Attenzione, è in arrivo l’ultima e interessante novità sui messaggi vocali di WhatsApp

Non è ancora noto quando gli sviluppatori implementeranno questa funzione anche sull’applicazione ufficiale. Come riportato da WABetaInfo, la funzione è al momento disponibile solo per i tester di WhatsApp Beta e WhatsApp Business Beta.

Col prossimo aggiornamento, i messaggi vocali potranno essere ascoltati non solo all’interno della chat in cui la nota vocale è stata inviata, ma in qualsiasi sezione dell’applicazione. Al momento, quando riceviamo un messaggio vocale da parte di un contatto, abbiamo modo di sentirlo soltanto nella sua chat. Con uno dei prossimi aggiornamenti, invece, potremo ascoltare il vocale anche mentre siamo in altre sezioni dell’applicazione.

Attenzione, è in arrivo l’ultima e interessante novità sui messaggi vocali di WhatsApp

Questa novità riguarderà chi registra i vocali. Si potrà mettere in pausa la registrazione dei vocali per poterli continuare quando vogliamo. Avremo la possibilità di togliere il dito dal pulsante di registrazione per inserire la pausa per poi pigiarlo nuovamente e continuare a registrare il vocale come stavamo facendo poco prima.

Oltre a questo un altro aggiornamento è in fase di sviluppo. A breve, chi riceverà una notifica su WhatsApp avrà l’opportunità di vedere al centro notifiche solo il messaggio con anche la foto profilo di chi lo ha mandato. Come quella prima illustrata, anche questa funzione è attualmente disponibile solo per pochi beta-tester e solo sulle più recenti versioni del sistema operativo iOS.

Tutto, ovviamente, sempre che gli sviluppatori non decidano di non rilasciare la funzione perché scartata nelle ultime fasi di test.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te