Attenzione d’estate quando prepariamo la crema pasticcera con le uova per evitare pericolose intossicazioni

Preparare una crema pasticcera perfetta non è proprio scontato. Eppure la semplicità e il numero di ingredienti impiegati lascerebbero pensare proprio questo.

Difficile, ad esempio, capire ogni volta la giusta consistenza che la nostra crema dovrà assumere. E si tratta di un aspetto essenziale in quanto determina buona parte della sua bontà finale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Tuttavia, il nostro risultato dipenderà da molti altri fattori, presi singolarmente e nel loro insieme.

Tra questi citiamo: la proporzione degli ingredienti utilizzati, la durata e la temperatura della cottura, l’utilizzo finale della nostra crema pasticcera. Di tutti questi aspetti e dei passaggi da seguire, abbiamo parlato in questo precedente articolo.

Ma c’è dell’altro: attenzione d’estate quando prepariamo la crema pasticcera con le uova per evitare pericolose intossicazioni.

Cosa fare assolutamente in caso di crema cotta con la presenza delle uova

Il primo passaggio è far raffreddare immediatamente la nostra crema pasticcera, e questo per due motivi.

Il primo è di natura organolettica: mantenendo la crema a temperatura ambiente essa continuerà a cuocere. Il sapore della crema perciò risulterà in gran parte zuccherino e con quell’odore e sapore tipico di uova sode.

Un secondo motivo rimanda alla nostra salute. Spore velenose, microrganismi, microbi, batteri possono trovare terreno fertile nei tuorli delle uova. Questi agenti possono entrare a contatto con la nostra crema in tanti modi e, prolificando, contaminarla.

Dunque attenzione d’estate quando prepariamo la crema pasticcera con le uova per evitare pericolose intossicazioni

Il nostro obiettivo deve essere quello di azzerare il tempo di raffreddamento della nostra crema pasticcera. Più esso sarà lungo, cioè durerà nel tempo, più aumenterà la probabilità che i batteri contaminino la crema.

Allora qualche ora prima della preparazione della crema riponiamo in frigo una boulle in acciaio inox. O ancora meglio sarà procedere riponendo una teglia da forno, se abbiamo spazio a sufficienza nel nostro frigo.

Appena la nostra crema è pronta trasferiamola subito nel contenitore raffreddato. A questo punto riponiamo il tutto in frigo, per continuare a mantenere la crema ad una bassa temperatura.

Approfondimento

Errori da evitare per una crema pasticcera perfetta secondo i consigli dei maestri pasticceri.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te