Attenzione che nei bagni pubblici il pericolo dei batteri passerebbe anche dalle nostre tasche e borse

Sin da quando siamo bambini, 1 dei maggiori incubi nei nostri viaggi è che ci scappi la pipì. Con la necessità di doverci fermare per forza, magari in caso di un bisogno più impellente, in una qualsiasi forma di bagno pubblico. Che siamo al bar o al ristorante, all’autogrill o al parco, molti di noi, preferiscono affidarsi direttamente ai luoghi di madre natura. Dietro il tronco dell’albero, piuttosto che in un angolo remoto del giardino. Ma, secondo una recente e curiosa indagine internazionale, grazie anche agli avvenimenti recenti, i bagni pubblici non sarebbero un pericolo clamoroso. Questo non significa che dobbiamo calare la concentrazione e l’attenzione quando entriamo in alcuni bagni pubblici, ma che il pericolo non verrebbe solamente dalla tavoletta del WC. Andremo a vedere addirittura che uno dei pericoli maggiori viene proprio da noi stessi.

Secondo degli esperti ci sarebbero due batteri molto resistenti

Secondo uno studio internazionale, nei bagni pubblici, ma anche in altri luoghi di maggiore frequenza, esisterebbero 2 batteri parecchio reattivi. Dai nomi difficilmente pronunciabili, sappiamo comunque che resisterebbero al trattamento di parecchi igienizzanti in commercio. È anche bene sapere, che cercando di non esporci direttamente con la pelle alle superfici comuni, il rischio sarebbe minimo. Invece, dobbiamo fare assolutamente attenzione nell’eventualità in cui avessimo delle ferite aperte sulle gambe o sul sedere. Entrare a contatto, infatti con le superfici che potrebbero ospitare i batteri, ci esporrebbe a forti rischi nel caso in cui ci fosse il passaggio diretto col sangue.

Attenzione che nei bagni pubblici il pericolo dei batteri passerebbe anche dalle nostre tasche e borse

Le classiche scene che potrebbero capitare anche a noi, quando entriamo in un bagno pubblico, sono quelle di fare gli equilibristi. Ovviamente, gli uomini partono in deciso vantaggio, mentre per le signore la situazione potrebbe complicarsi. Molti utilizzano delle salviettine pulenti, dell’alcol e degli igienizzanti per sedersi, o comunque avvicinarsi il più possibile, al water. Qualcuno lo ricopre persino di carta igienica o utilizza quelle comode salviette monouso che ricoprono proprio la tazza. Eppure, mentre siamo concentrati solo sull’asse, potrebbe suonarci il telefono o potremmo decidere di maneggiarlo mentre siamo seduti.

Il vero pericolo

Questo, secondo gli esperti sarebbe il pericolo più grande per l’eventuale contaminazione e il passaggio di bacilli e batteri. Nel momento in cui entriamo in un bagno pubblico, lasciamo il telefono a chi ci accompagna, oppure in borsa o nel marsupio. Attenzione che nei bagni pubblici i batteri possono approfittare proprio della superficie di uno degli oggetti che più utilizziamo durante il giorno. Un’altra di quelle cose da non fare se vogliamo pensare alla nostra salute quando c’è di mezzo lo smartphone.

Lettura consigliata

Novità in arrivo per tutti gli amanti degli smartphone perché ci sarebbe una inversione di tendenza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te