Attenzione all’errore che molti fanno nel pulire il piano cottura in acciaio che nel tempo lo fa diventare opaco e spento

Pulire il piano cottura è certamente una delle faccende di casa più ingrate e frustranti. Specialmente quando si tratta del piano cottura in acciaio, sembra quasi impossibile farlo splendere e brillare come vorremmo. Il piano in acciaio è particolarmente delicato e andrebbe pulito soltanto con prodotti specifici. Dobbiamo anche prestare la massima attenzione a non graffiarlo con sostanze abrasive o con spugnette troppo ruvide. Ma nonostante tutti i nostri sforzi, molto spesso il piano in acciaio appare comunque opaco e spento e non brillante come uno specchio. Probabilmente, però, è perché abbiamo fatto un errore molto banale a cui in realtà è semplice rimediare. Vediamo quale.

Attenzione ai depositi di calcare

A rendere il nostro piano cottura in acciaio opaco e spento può essere l’accumulo di calcare. L’acqua del rubinetto, che la maggior parte di noi utilizza per la pulizia, contiene discrete quantità di calcare. E il calcare è il nemico numero uno dell’acciaio e di ogni superficie che dovrebbe apparire limpida e brillante. A lungo andare, il calcare dell’acqua di rubinetto può rubare all’acciaio la sua brillantezza e farlo apparire opaco e spento. Fortunatamente possiamo rimediare con facilità.

Attenzione all’errore che molti fanno nel pulire il piano cottura in acciaio che nel tempo lo fa diventare opaco e spento

Non è difficile rimediare al problema. Dobbiamo procurarci dell’acqua distillata. La classica acqua distillata che si utilizza per il ferro da stiro andrà benissimo. Il primo passo sarà eliminare il calcare già accumulato sul piano cottura. A questo scopo abbiamo un preziosissimo alleato pronto ad aiutarci: l’aceto bianco. L’aceto, infatti, scioglie il calcare e ci permette di eliminarlo subito. Vediamo come procedere.

Puliamo il piano in acciaio con aceto e acqua distillata

Attenzione all’errore che molti fanno quando puliscono l’acciaio, cioè utilizzare acqua di rubinetto. Molto meglio mettere in una ciotola un paio di cucchiai di aceto e dell’acqua distillata e utilizzare questa mistura per pulire il piano cottura in acciaio. Come strumento, utilizziamo un panno morbido in microfibra, che non rischia di graffiare l’acciaio e non lascia alcun residuo. Prendiamo l’abitudine di pulire sempre il piano cottura utilizzando l’acqua distillata e vedremo certamente l’acciaio risplendere come uno specchio. Attenzione a non strafare utilizzando rimedi naturali di dubbia efficacia, però. Ad esempio, il bicarbonato, da molti proposto, non andrebbe utilizzato sui piani in acciaio più delicati perché potrebbe danneggiarli causando dei graffi. Diciamo no anche a prodotti corrosivi.

Lettura consigliata

Basta acqua bollente che trabocca sul piano cottura, usiamo questo semplice trucchetto per eliminare schiuma e schizzi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te