Attenzione alle truffe sugli pneumatici tra rigenerati e ricostruiti

Molti automobilisti alle prese con il cambio di stagione delle gomme, dovendo sostituire quelle estive con le invernali, cercano di risparmiare cercando l’affarone sul web.

Ma non sempre negli annunci online di offerte speciali inserite da gommisti o da privati, è ben specificato il tipo di usato che viene offerto. Come riconoscere le gomme usate ricostruite da quelle ricoperte, anche quando compriamo un’auto che ha pochi anni di vita? Chiariamo bene la differenza con gli esperti di ProiezionidiBorsa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Quando cambiare le gomme

La durata di una gomma è connessa al produttore, alla posizione della gomma (anteriore o posteriore) ed a come guida l’autista.

Una gomma usurata è a volte rilevabile già dalle condizioni del battistrada. Per ridurre il rischio di danneggiamento delle gomme, è bene ruotarle periodicamente, compresa quella di scorta.

Su ogni gomma sono posti degli indicatori di usura. Sono posti nel battistrada e segnalati con la sigla “TWI” posta lateralmente. Sono questi dispositivi che permettono di verificare il livello di deterioramento della gomma.

La differenza tra rigenerati e ricostruiti

Attenzione alle truffe sugli pneumatici rigenerati e ricostruiti. I modelli rigenerati sono gomme consumate, note anche come carcasse. Sono state oggetto di un intervento che prevede l’applicazione esterna di un battistrada nuovo.

Si intendono, invece, per pneumatici ricostruiti, quelli usati, sui quali il battistrada viene tagliato via, eliminato e sostituito. Per quando riguarda la parte esterna, prima si sottopongono le gomme alle procedure di convergenza ed equilibratura, quindi alla fase di vulcanizzazione.

È grazie a questa operazione che le parti nuove e quelle usate si amalgamano perfettamente. Le gomme ricostruite sono sottoposte ai medesimi test utilizzati per i modelli nuovi.

Dunque, i modelli ricostruiti sono dotati di certificazione europea e sono più cari dei rigenerati perché sono di gran lunga migliori.

Attenzione alle truffe sugli pneumatici rigenerati e ricostruiti

Attenzione, quindi, a non pagare un set di gomme rigenerate al prezzo di quelle ugualmente usate, ma ricostruite.

Inoltre, è sempre bene sapere che uno pneumatico ricostruito non offre la stessa trama di un prodotto nuovo. Potrebbe risultare, dunque, diverso a livello di rumore.

Inoltre, non importa se ha passa il test di omologazione. Se non è stato lavorato bene, potrebbe rovinarsi più facilmente, assorbire peggio le vibrazioni e surriscaldarsi più facilmente in caso di alte velocità.

Consigliati per te