Attenzione alle scottature su cicatrici, nei e couperose

Attenzione alle scottature su cicatrici, nei e couperose. Le regole della corretta esposizione le conosciamo. Ma quando l’epidermide presenta cicatrici, nei, macchie scure e couperose, bisogna evitare i bagni di sole diretti. Anche a fine stagione. Bisogna prendere precauzioni continue, insomma. Durante il corso della vita bisognerebbe fissare delle visite periodiche dal dermatologo, dedicate alla pelle.  E al controllo di cicatrici e imperfezioni, che è più importante di quanto si pensi. Ecco una piccola guida per trattare le imperfezioni in modo diverso, con l’aiuto della redazione Salute e Benessere di ProiezionidiBorsa.

ProiezionidiBorsa TV

Cicatrici vecchie e nuove

Risulta importante distinguere tra le cicatrici recenti e le vecchie cicatrici. Le cicatrici recenti e le cicatrici da herpes non devono essere assolutamente esposte al sole perché diventano scure, si ‘pigmentano’. Sulle cicatrici vecchie e quelle da acne, basta mettere una protezione a fattore elevato e non esporsi nelle ore più calde della giornata. Meglio ancora scegliere quelli resistenti all’acqua e applicarli fin dal primo momento. Sulle cicatrici recenti, invece, bisogna mettere un cerotto. Le cicatrici da acne, sulle carnagioni olivastre, tendono a diventare sempre più scure col sole. Quindi è bene scegliere una protezione elevata. Dopo le vacanze, si possono fare due mesi di trattamento con una buona crema sbiancante.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Couperose e macchie scure sotto controllo

Attenzione alle scottature su cicatrici, nei e couperose. Le vene in superficie da couperose si eliminano solo col laser. Risulta importante non alimentarne delle nuove. E proteggere in generale la pelle dal foto-invecchiamento. Ma anche dalle macchie scure. Che non sono tutte uguali. Ci sono quelle che compaiono dopo i 50 anni su viso, mani, decolleté, di colore e dimensioni diverse. Sono causate dall’invecchiamento ma anche da esposizioni solari selvagge. La comparsa di macchie, sulla fronte e sulle guance, non va confusa con i segni dell’acne. L’invecchiamento del viso si può arginare solo con cappelli e ombrelloni, soprattutto nelle ore più calde della giornata. E anche quando si legge all’ombra, meglio utilizzare una protezione 50.

Attenzione alle scottature su cicatrici, nei e couperose

I nei ce li portiamo dietro da una vita. Ma in età adulta possono subire vari mutamenti. Bisognerebbe fare uno screening dei nei e seguire le istruzioni del dermatologo. Che può anche consigliare il trattamento con laser di quelli più sospetti, per esempio quelli carnosi. Per tutti gli altri nei, si consiglia protezione solare elevata, soprattutto per le pelli più chiare. Anche un cerotto, se quelli carnosi si arrossano. Meglio ridurre l’esposizione nelle ore più calde della giornata.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te