Attenzione alle imminenti scadenze per contributi o versamenti ISA e IVA e imposta di bollo  

Settembre si presenta ricco di appuntamenti con il Fisco, quindi di date da ricordare per effettuare i relativi versamenti di imposte. Causa la pandemia da Covid 19, infatti, molti appuntamenti sono stati finora rimandati al “dopo estate”. Ma ora ci siamo. Inoltre, abbiamo visto che dal mese in corso riprenderanno ad essere attivi i versamenti delle cartelle di pagamento.

Dunque, facciamo il punto della situazione, prestando molta attenzione alle imminenti scadenze per contributi o versamenti ISA e IVA e imposta di bollo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Le scadenze fiscali di settembre relative alla prima parte del mese

Avevamo già visto che il 2 settembre scadevano i termini per la presentazione della domanda per il contributo a fondo perduto c.d. “alternativo”, per gli stagionali.

Adesso saranno altre due le date da ricordare: lunedì 6 settembre scade il termine per il contributo a fondo perduto per la riduzione del canone d’affitto. Anche in questo caso, abbiamo visto che il proprietario dell’immobile ha diritto fino a 1.200 euro di contributo a fondo perduto al rispetto di precisi requisiti.

Invece venerdì 10 scade il termine per le partite IVA che intendano chiedere il contributo a fondo perduto perequativo.

Infine, un ultimo appuntamento “agevolativo” è rimandato al 30 settembre, come vedremo nel prosieguo.

Gli appuntamenti con il Fisco verso la metà di settembre

Mercoledì 15 settembre è il termine per il versamento delle imposte per i soggetti ISA e forfettari. Ossia contribuenti con regime fiscale forfettario, lavoratori in mobilità, collaboratori per imprese familiari, etc. La scadenza riguarda il pagamento (a saldo) di IRAP e IVA, senza l’applicazione di interessi o dello 0,40% in aggiunta.

Ricordiamo che in questo caso il legislatore aveva già concesso (con il decreto Sostegni bis) una proroga lo scorso giugno.

Il 16 settembre cadono invece due scadenze. La prima riguarda la LiPe (liquidazioni periodiche), cioè la comunicazione delle liquidazioni IVA trimestrali (aprile, maggio e giugno). La seconda riguarda i sostituti d’imposta: scade il 16, infatti, il termine per il versamento di IRPEF, IVA e INPS.

Attenzione alle imminenti scadenze per contributi o versamenti ISA e IVA e imposta di bollo

Negli ultimi giorni di settembre ricordiamo invece quattro appuntamenti.

Il primo riguarda il termine ultimo (il 27) per l’invio degli elenchi Intrastat (agosto), a carico dei contribuenti intracomunitari con obbligo mensile.

Poi gli altri sono tutti concentrati nella data del 30 settembre.

Anzitutto scade il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi mediante modello 730. Questo termine ultimo riguarda sia chi inoltra il modello in modo autonomo, online, sia chi ricorre a un intermediario abilitato (CAF, per esempio).

Inoltre scade il pagamento delle imposte di bollo sulle fatture elettroniche emesse nell’arco del primo semestre 2021.

Infine, sempre il 30 settembre scade il termine per la domanda da parte di autonomi e partite IVA per l’esonero contributo INPS, fino a 3.000 euro.

Consigliati per te