Attenzione alle foto che si inviano tramite i social se non si vuole rischiare grosso

Nell’epoca dei social, inviare immagini è un’azione quasi all’ordine del giorno.

Foto personali e immagini divertenti, tutti noi ne inviamo e ne riceviamo quotidianamente a bizzeffe. Dietro a questo gesto apparentemente innocuo, però, si possono celare delle insidie.

La facilità di diffusione di contenuti multimediali potrebbe prendere una piega storta. Questo perché lo scambio di informazioni a mezzo social ha agevolato i comportamenti molesti di alcune persone aventi già degli atteggiamenti inopportuni.

Difatti, al giorno d’oggi non è infrequente sentir parlare di reati di molestie, violenza e stalking a mezzo social. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Attenzione alle foto che si inviano tramite i social se non si vuole rischiare grosso

Con una recente sentenza, la Suprema Corte di Cassazione ha condannato un uomo per violenza sessuale ai danni di una minorenne. Il reo aveva inviato alla giovane delle foto a sfondo sessuale e non solo. Aveva anche costretto la ragazza a mandargli una foto in cui si ritraeva seminuda, dietro minaccia di pubblicare la loro conversazione in siti pedopornografici.

La decisione della Suprema Corte si è indirizzata verso il rafforzamento della tutela delle vittime di condizionamenti psicologici online. Il risultato è stato ben accolto dalle associazioni che ogni giorno lottano per garantire una maggiore tutela alle vittime della violenza di genere.

La spiegazione dei giudici

La Cassazione ha stabilito che anche laddove non vi è contatto fisico tra l’agente e la persona offesa, può configurarsi il reato di violenza sessuale. La spiegazione si rinviene proprio nella minaccia che fonda un simile atto di violenza. In questo modo infatti, secondo gli Ermellini, si strumentalizza dolosamente (ergo volontariamente) la soggezione delle vittime. Pertanto, non è necessario che si compia un atto sessuale o vi sia un contatto fisico tra i due perché si abbia violenza sessuale. E quindi, attenzione alle foto che si inviano tramite i social se non si vuole rischiare grosso.

Consigliati per te