Attenzione alle assicurazioni false!

Attenzione alle assicurazioni false!

L’Ivass ha segnalato la presenza di truffe via internet indicando   7 distributori di contratti assicurativi falsi. Si tratterebbe di siti irregolari che vendono polizze truccate, sicchè i contratti che essi stipulano con i clienti non sono validi. Inoltre, i veicoli, di fatto, rimangono privi di copertura assicurativa. Di fronte a queste truffe, come si dovrebbero comportare i consumatori? Innanzitutto, vanno indicati quali sono i siti irregolari che sono stati segnalati per la vendita di siffatte assicurazioni false.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Siti sospetti

  • I siti risultati non conformi alla normativa, i cui nomi sono stati diffusi dall’agenzia stampa Adnkronos, sono i seguenti:- assicurazioni-beccucci.it; – www.manziassicurazioni.it;- www.cafassirca.it; – www.mansuttibrokers.com; – www.segugioassicura.com; – www.cercalassicurazione.it; – www.sicurezzaassicurazioni.com.

Attenzione alle assicurazioni false! Come difendersi

Come possono difendersi i consumatori di fronte a queste truffe? L’istituto di vigilanza ha raccomandato di adottare cautele nella valutazione di offerte assicurative via internet o via telefono, soprattutto se di durata temporanea. In particolare, l’Ivass ha consigliato di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati.

Tale controllo può essere effettuato consultando il sito dell’autorità. Ivi si rinvengono gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia, per la RC auto. Inoltre, è consigliabile verificare il Registro unico degli intermediari assicurativi e l’Elenco degli intermediari dell’Unione europea. In più, se si vuole scendere ulteriormente nel dettaglio, occorre consultare l’elenco degli avvisi relativi ai casi di contraffazione, società non autorizzate e siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione. Queste sono le specifiche indicazioni diffuse dall’Ivass.

Infine, essa ricorda che i pagamenti dei premi effettuati a favore di carte di credito ricaricabili o prepagate sono irregolari. Inoltre, lo sono anche i pagamenti effettuati a favore di persone o società, non iscritte negli elenchi sopra indicati. Quindi, morale della favola, attenzione alle truffe via internet. Per evitarle, occorre seguite tutte le ammonizioni formulate dall’Autorità ai consumatori al fine di non farli trovare gabbati.

Consigliati per te