Attenzione all’accordo che può fare esplodere anche oggi i titoli del settore dell’editoria

In Piazza Affari ci sono dei titoli che ogni giorno segnano rialzi consistenti, nonostante la debolezza della Borsa. Sono titoli a media o piccola capitalizzazione, spinti da acquisti legati a dinamiche interne. Esattamente come è accaduto ieri al settore dell’editoria e dei media. La notizia di un accordo ha messo le ali all’intero comparto, ma in particolare a un titolo che ha realizzato una performance incredibile.

Quindi, attenzione all’accordo che può fare esplodere anche oggi i titoli del settore dell’editoria. Ma prima di parlare di queste azioni, analizziamo brevemente le prospettive di Piazza Affari.

Gli scenari attesi per la giornata di oggi

La Borsa di Milano in queste ultime sedute è apparsa in difficoltà. Anche ieri, come nelle precedenti due sedute, l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha avuto un andamento calante nella prima parte della giornata. Solamente nel pomeriggio ha colmato le perdite realizzate nella mattina. Alla fine, ha chiuso sullo stesso livello della seduta precedente. L’unico dato positivo è che ieri i prezzi hanno realizzato un massimo e un minimo di giornata superiore a quelli precedenti. Non è molto ma è qualcosa per riuscire a essere moderatamente ottimisti per l’ultima seduta della settimana.

Sarebbe importante che oggi l’indice non chiudesse troppo lontano dai valori di chiusura delle ultime giornate. Una seduta neutra lascerebbe intatte le chance di rialzo per la prossima settimana. I livelli da monitorare sono sempre gli stessi delle ultime sedute. Al rialzo, il superamento dei 24.300 punti spingerebbe i prezzi a 24.500 punti. Mentre al ribasso la soglia dei 23.950 punti diventa sempre più un supporto da non violare, pena una veloce discesa dei prezzi.

Attenzione all’accordo che può fare esplodere anche oggi i titoli del settore dell’editoria

Ieri il settore dell’editoria e dei media ha fatto faville, grazie a un accordo di Google con 13 gruppi editoriali. Questo ha fatto salire il titolo del Sole 24Ore del 10% e Class Editori del 31%. Con il balzo di ieri, il titolo Class si è portato sui massimi degli ultimi 12 mesi. Il superamento del massimo di giornata a 0,146 euro spingerà l’azione a 0,150 euro. Questo scenario aprirà la strada per una salita fino a 0,17 euro, dove chiuderà un gap lasciato aperto nella seduta del 24 febbraio 2020. Attenzione alle discese. Se i prezzi scendessero sotto 0,1420 euro scatterebbe un allarme. In quel caso si spingerebbero fino a 0,1375 euro. Ma la discesa potrebbe anche continuare fino a 0,130 euro.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te