Attenzione alla Borsa di Milano che può schizzare se i prezzi escono da questo range

L’ultima seduta della settimana non è mai particolarmente favorevole ai rialzi, specialmente in periodi d’incertezza come l’attuale. Piazza Affari continua a muoversi incerta, ingabbiata all’interno di una precisa fascia di prezzo. Attenzione alla Borsa di Milano che può schizzare se i prezzi escono da questo range. Nella seguente analisi dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa si individueranno i possibili scenari per la seduta odierna.

La fascia di prezzo che ingabbia Piazza Affari da oltre due settimane

La Borsa di Milano prosegue nel suo andamento incerto. Sono due settimane che l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), balla attorno ai 23.000 punti. Per la precisione i prezzi dell’indice maggiore di Piazza Affari, si muovono all’interno di una fascia che va da 22.800 punti al ribasso a 23.200 punti al rialzo. Le chiusure delle ultime 12 sedute si sono collocate tutte all’interno di questo range di valori. Questo dato dà la percezione di come la Borsa di Milano sia inchiodata da quasi 3 settimane. Non sale, né scende.

Attenzione alla Borsa di Milano che può schizzare se i prezzi escono da questo range

In qualche occasione i prezzi sono saliti oltre i 23.200 punti per arrivare a 23.400 punti, ma sono ritornati poi a scendere immediatamente. Come è accaduto l’opposto. I prezzi hanno avuto discese sotto i 22.800 punti, ma hanno trovato in 22.600 punti un valido supporto su cui sono rimbalzati.

Adesso la domanda è quanto può durare questo andamento laterale. Difficile dirlo, ma possiamo affermare che una chiusura sopra 23.400 punti, aprirà la strada ad una nuova fase rialzista. Ed è vero anche il contrario. Ovvero che ad una chiusura del Ftse Mib sotto 22.600 punti, seguirà una nuova fase ribassista che riporterà i prezzi verso i 22.000 punti.

Saipem nelle prossime sedute può salire del 15%

Ieri sul listino italiano si sono distinte due blue chip, Tenaris e Saipem. Del potenziale rialzista della prima gli Analisti di ProiezionidiBorsa hanno già parlato in precedenti analisi. Saipem ieri ha guadagnato il 3,5% dopo cinque sedute consecutive al ribasso. Per il titolo potrebbe essere arrivato il momento del rimbalzo.  I prezzi ieri hanno chiuso a 2,28 euro. Il superamento dei 2,30 euro gli spingerà al primo target di 2,36 euro. Oltre 2,37 euro Saipem può aspirare a tornare verso i massimi di febbraio, a 2,7 euro, con un potenziale guadagno di oltre il 15%. Al ribasso occorre tenere monitorato il supporto a 2,18 euro. Discese sotto questo livello potrebbero spingere il titolo a 2,10 euro.

Approfondimento
Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te