Attenzione al titolo azionario di Telecom. Batte Vodafone e si prepara a un possibile rialzo del 20%

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Con l’emergenza Covid, il settore telefonia, in particolare il segmento della trasmissione dati, ha assunto un ruolo centrale. In Italia Telecom e Vodafone sono i due colossi internazionali che si sfidano da anni per la leadership del mercato.

L’ufficio studi di ProiezionidiBorsa ha analizzato entrambe le azioni. Attenzione al titolo azionario di Telecom. Batte Vodafone e si prepara a un possibile rialzo del 20%.

A un anno Telecom meglio di Vodafone

Osservando la performance di Telecom e Vodafone negli ultimi anni, appare chiaro che gli azionisti non hanno fatto un grande affare. Bastano questi dati per capirlo. Rispetto a tre anni fa, il titolo Vodafone ha perso il 45% e il titolo di Telecom, ha registrato un ribasso del 51%. In pratica in 3 anni le azioni di entrambi hanno dimezzato il loro valore.

Non va meglio, se riduciamo il calcolo della performance a un anno. Rispetto a fine agosto dello scorso anno, Telecom ha perso il 23% e Vodafone ha ceduto il 26%.

Ma nel breve l’impostazione di Telecom è migliore rispetto a quella di Vodafone.

Attenzione al titolo azionario di Telecom. Batte Vodafone e si prepara a un possibile rialzo del 20%

Osservando i grafici dei due titoli, possiamo notare come l’impostazione di breve periodo di Telecom (MIL-TIT), sia migliore di quella della rivale inglese. Al momento della analisi, Telecom quota a 0,385 euro, in deciso rialzo da tre sedute. L’azione si sta muovendo da marzo attorno alla media di prezzi di 0,35 euro. A 0,407 Telecom ha una forte resistenza, superata la quale può raggiungere il primo target a 0,433 e successivamente salire fino in area 0,475 euro. Mentre ritorni sotto 0,36 euro sono considerati negativi.

Vodafone a un passaggio cruciale

Per Vodafone la situazione è più complicata. I prezzi, dopo il crollo delle Borse nella prima metà di marzo, hanno avuto una forte reazione. Ma il rimbalzo si è fermato nella prima settimana di giugno. Da allora le quotazioni sono in costante ribasso. Al momento dell’analisi il titolo quota 114,6 sterline e sembra avere trovato in 114 sterline un valido supporto. La tenuta di questo livello è fondamentale per sperare in una nuova fase rialzista. Che si avrebbe solo con una chiusura settimanale sopra 122 sterline. Nel brevissimo una chiusura sopra 117 sterline potrà spingere i prezzi fino a 122.

Per saperne di più

Scopri perché su questo titolo si sta risvegliando l’interesse degli investitori. Leggi qui.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te