Attenzione ai nuovi termini di invio di questo documento, senza, l’INPS sospende la pensione

L’emergenza epidemiologica ha comportato notevoli disagi per il disbrigo burocratico di tante pratiche, tra cui la conclusione dell’iter per l’accertamento di esistenza in vita. L’INPS comunica, in merito alle pensioni per i residenti all’estero, la necessità di prorogare i termini per l’accertamento dell’esistenza in vita per i pensionati residenti all’estero. Attenzione ai nuovi termini di invio di questo documento, senza, l’INPS sospende la pensione.

L’INPS, infatti, con il messaggio n. 225 del 20 gennaio, informa che slittano ancora una volta i termini completare l’iter dell’accertamento dell’esistenza in vita. Proiezionidiborsa, in un precedente articolo “Senza questo documento l’INPS revoca la pensione”, ha spiegato l’importanza di tale documento nonché il relativo procedimento.

L’accertamento avviene per il tramite della Citibank NA, ovvero l’istituto di credito che esegue i pagamenti all’estero per conto dell’Ente.

Atteso che l’emergenza epidemiologica in molti Paesi si è aggravata, l’INPS ha proceduto a riprogrammare, in accordo con Citibank la calendarizzazione del procedimento necessario all’accertamento.

Per alcuni Paesi il termine è prorogato di tre mesi

La Citibank ad ottobre 2020 aveva inviato i moduli di richiesta, per gli anni 2020/21, ai pensionati residenti nelle Americhe, Paesi Scandinavi, Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi, Asia, Medio ed Estremo Oriente.

I moduli compilati dovevano pervenire all’istituto finanziario entro il 5 febbraio 2021.

Per costoro il termine per la restituzione delle attestazioni è prorogato di tre mesi.

Gli stessi termini si applicheranno ai residenti in Europa, Africa e Oceania, che non hanno potuto portare a termine il procedimento cominciato ad ottobre 2019.

Nel caso in cui il procedimento non sarà definito entro il 7 maggio 2021, il pagamento della rata avverrà in contanti presso le Agenzie Western Union.

Attenzione ai nuovi termini di invio di questo documento, senza, l’INPS sospende la pensione

Nell’ipotesi di mancata riscossione o mancata produzione del certificato di esistenza in vita, entro il 19 giugno 2021, la pensione sarà sospesa dal mese successivo.

Per quanto riguarda i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania, i termini di conclusione per la campagna 2020/2021, sono prorogati di 4 mesi. Quindi, Citibank, invierà i moduli di richiesta nella prima settimana di maggio 2021, e la modulistica dovrà pervenire alla banca entro il 7 settembre 2021.

Nell’ipotesi in cui il procedimento non sia concluso entro il suindicato termine, il pagamento di ottobre sarà in contanti presso le Agenzie Western Union.

Nell’ipotesi di mancata riscossione o mancata produzione del certificato di esistenza in vita, entro il 19 ottobre 2021, la pensione sarà sospesa dal mese successivo.

Pertanto, nonostante la proroga, attenzione ad inoltrare tutto nei termini se non si vuole perdere la pensione.

Consigliati per te