Attenzione ai miliardi di batteri che si nascondono in questi oggetti di casa che possiamo igienizzare con questo sistema economico ed efficace

Siamo nell’epoca dell’elettronica e gli elettrodomestici sono dei veri e propri alleati indispensabili della nostra quotidianità. Lavatrice e lavastoviglie sono presenti praticamente in ogni casa italiana. Secondo le ricerche di mercato però, anche la lavasciuga si sta imponendo, guadagnando la fiducia negli acquirenti. Qualcuno potrebbe ancora contestarne i consumi elettrici abbastanza elevati, ma la sua comodità è davvero riconosciuta. Soprattutto, permette di non utilizzare più il famigerato ferro da stiro, nemico giurato di molte casalinghe. Ma, nonostante tutte queste comodità, per una pulizia veloce ed efficace della casa, ci affidiamo ancora a panni e spugne. Come ricordano però gli esperti, attenzione ai miliardi di batteri che si nascondono in questi oggetti di casa che possiamo igienizzare con questo sistema economico ed efficace.

Un nido di batteri e sporcizia

Secondo un’importante indagine americana uscita negli scorsi anni, non sarebbero più telecomandi della televisione e copri water i luoghi più sporchi della casa. Dovremmo andare infatti a ricercare gli oggetti più sporchi e a rischio contaminazione nelle spugne casalinghe. Qui, secondo gli esperti, potrebbero addirittura nascondersi 1 miliardo di batteri per ogni centimetro cubo di superficie. Una cifra davvero impressionante e che dovrebbe farci riflettere. La classica spugnetta in cucina e nel bagno è spesso lì a portata di mano. Comoda, pratica, veloce ed efficace nell’aiutarci a rimuovere macchie e sporco di ogni tipo, ma così pericolosa.

Attenzione ai miliardi di batteri che si nascondono in questi oggetti di casa che possiamo igienizzare con questo sistema economico ed efficace

In un periodo della nostra storia in cui siamo particolarmente attenti all’igienizzazione, non dobbiamo però farci prendere dal panico. Se è vero che le spugnette possono ospitare tutti questi germi, sono anche facilmente pulibili. Gli esperti consiglierebbero quindi:

  • di lavare la spugna con acqua e detersivo, dopo ogni utilizzo;
  • immergerla in una soluzione di acqua calda, con 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e uno di sale grosso per una ventina di minuti;
  • di strizzare e risciacquare sotto acqua corrente, lasciando asciugare del tutto direttamente su di una fonte di calore.

In più, se vogliamo anche sterilizzare la nostra spugna, mettiamola ancora umida in una tazza piena d’acqua e inseriamola nel microonde per 3/4 minuti. Una volta raffreddata, lasciamola asciugare completamente in un luogo asciutto. Attenzione, però che questa operazione non deve essere fatta con spugne che abbiano parti in ferro o metallo.

Approfondimento

Pratico e geniale ecco il metodo che i nostri nonni usavano per rendere sicure le scarpe e non scivolare sul ghiaccio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te