Attenzione ai falsi miti sullo smartphone e sulla batteria   

Oggigiorno si sentono tantissime raccomandazioni sul cellulare che a volte non ci fanno dormire di notte. Tuttavia potremmo anche rilassarci un pochino e metterci tranquilli, perchè l’importante è fare attenzione ai falsi miti sullo smartphone e sulla batteria.   .

La tecnologia fa passi da gigante e gli ultimi modelli di smartphone offrono nuove possibilità e nuove esperienze. I prezzi vanno di pari passo e sorge il timore che qualcosa possa rovinare i delicati meccanismi del nostro cellulare.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Attenzione ai falsi miti sullo smartphone e sulla batteria

Un’idea comune è che non si possa lasciare il telefono in carica tutta la notte perché la batteria si rovinerebbe. In effetti ciò capitava ai primi cellulari che si surriscaldavano facilmente.

Gli attuali smartphone hanno un sistema elettronico incorporato che stacca automaticamente l’alimentazione, quando la batteria ha raggiunto il 100%. Insomma si può lasciare tranquillamente in carica il moderno smartphone durane la notte. Piuttosto l’avvertenza sarà di chiudere le applicazioni aperte e di togliere la custodia. Questa potrebbe impedire la dispersione del calore dalla batteria.

I cicli di ricarica

Oggigiorno c’è un po’ di confusione sui cicli di ricarica. Molti pensano che un ciclo corrisponda ad una ricarica. In effetti un ciclo completo è piuttosto quando si porta lo smartphone alla carica completa. Se si carica la batteria che è al 70%, fino ad arrivare al 100%, si è consumato solo il 30% di un ciclo completo. Per cui si ha a disposizione ancora il 70%, per completare il ciclo con altre mini ricariche.

I costruttori spesso dichiarano quanti cicli dura la batteria del proprio telefono. In genere i moderni smartphone hanno una durata di vita di circa 500 cicli.

Il caricabatterie attaccato alla presa di corrente

Molti pensano che è pericoloso lasciare il caricabatteria alla presa elettrica senza telefono. In effetti non conviene fare ciò solo se in casa non vi è l’impianto di terra e la protezione antifulmine. È anche meglio non lasciare attaccato il caricabatterie se si hanno animali domestici. Potrebbero mordicchiare il fili e con esso anche ricevere una bella scossa. In ogni caso il caricabatterie deve funzionare perfettamente altrimenti potrebbe creare problemi.

Usare il telefono mentre si ricarica

In questo caso potrebbero esserci problemi se si usa un caricabatterie non originale. Ma bisogna valutare anche alcune situazioni particolari. Forse in casa l’impianto elettrico non è protetto dai fulmini; oppure è in corso un temporale con fulmini e forti sbalzi di tensione. A volte sono le circostanze che fanno la differenza. Ciò vale anche quando si ricarica il telefono di notte, come abbiamo visto sopra.

La batteria può rimanere sempre accesa

In effetti si consiglia di spegnere il cellulare una volta settimana, per esempio durante la notte. La batteria riposa anch’essa e dura di più, mentre la memoria si velocizza.

Piccoli suggerimenti utili certamente alla vita dello smartphone e alla nostra tranquillità.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te