Attenzione agli alimenti che possono contrastare e annullare l’effetto curativo dei farmaci

Dopo aver analizzato come secondo uno studio di Prescrire ci siano farmaci da non assumere perché hanno più rischi per la nostra salute che benefici oggi per i nostri Lettori approfondiremo l’argomento sotto un altro aspetto.

Infatti, alcuni alimenti o bevande possono interferire con l’azione dei farmaci, aumentando o diminuendo la loro efficacia.
Le conseguenze di queste interazioni potrebbero essere pericolose.
In questo articolo spieghiamo perché fare attenzione agli alimenti che possono contrastare e annullare l’effetto curativo dei farmaci.
Le persone maggiormente esposte a questi rischi sono gli anziani. Questi infatti, assumono spesso e in molti casi quotidianamente antinfiammatori, anticoagulanti, anti-ipertensivi, statine, farmaci per il cuore e antidepressivi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il consiglio degli esperti è il seguente:

se si deve seguire una cura di antibiotici, oppure assumere ad esempio dei farmaci per il colesterolo o il diabete, è una buona abitudine leggere sempre e scrupolosamente il bugiardino. Anzi, è sempre meglio chiedere al proprio medico cosa mangiare o non, durante tutta la durata del trattamento farmacologico.

Ecco perché fare attenzione agli alimenti che possono contrastare e annullare l’effetto curativo dei farmaci.

La guida pubblicata dalla FDA, indica le interazioni tra i farmaci più comuni e gli alimenti e le bevande che si assumono ogni giorno.

I Fans

I farmaci antinfiammatori non steroidei servono ad attenuare il dolore, l’infiammazione e la febbre.
Tra questi farmaci i più conosciuti sono: l’aspirina, il naproxene, l’ibrupofene.
Il consiglio della FDA è quello di assumerli a stomaco pieno ed evitare gli alcolici.

Gli antistaminici

L’uso degli antistaminici è legato alle allergie e ai sintomi del raffreddore allergico.
Il consiglio è quello di non bere alcol durante il trattamento, perché potrebbe aumentare l’effetto sonnolenza tipico di questi farmaci.

Analgesici e antipiretici

Gli analgesici e gli antipiretici vengono somministrati per attenuare il dolore ed abbassare la febbre.
La raccomandazione è quella di non bere alcolici in particolare con l’acetaminiophen, principio attivo prescritto per l’artrite, la febbre e i dolori. Questo farmaco potrebbe comportare danni al fegato, specialmente quando si bevono due o tre bevande alcoliche al giorno.

Benzodiazepine

Gli effetti di questo farmaco possono essere aumentati dall’assunzione di succo di pompelmo. È vietato il consumo di alcolici, perché può provocare alcuni effetti collaterali tra cui debolezza e sonnolenza.

Antibiotici

Ci sono alcuni alimenti che potrebbero provocare effetti collaterali, o diminuire l’efficacia degli antibiotici.
Tra questi alimenti abbiamo il succo di arancia, tutte le bevande che contengono caffeina, i cibi ricchi di fibre, le banane, le uova, formaggi, latticini, latte e derivati.

Anticoagulanti

Ci sono degli alimenti che potrebbero interagire con questi farmaci, diminuendone la loro efficacia.
Tutte le persone che prendono i farmaci anticoagulanti dovrebbero fare attenzione ai broccoli, spinaci, agli alimenti che contengono vitamina K e al tè verde.

I farmaci per la pressione alta

Chi assume questi farmaci dovrebbe evitare una dieta ricca di potassio e non esagerare nel mangiare banane, arance e ortaggi a foglia verde. Gli effetti collaterali potrebbero essere le palpitazioni cardiache.

Approfondimento

Se avvertiamo battito accelerato, sudorazione eccessiva e stanchezza potremmo avere mancanza di questo prezioso minerale

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te