Attenzione a questo valore perché se è alto potremmo avere un problema al fegato

Le transaminasi sono enzimi utili al regolare funzionamento del fegato. Le cellule, se sono danneggiate, rilasciano transaminasi di quantità superiore. Nelle analisi del sangue, è indicato con le sigle SGPT, GPT, ALT, il valore se fuori norma può segnalare un’anomalia, un’infiammazione o un disturbo più serio. Infatti dobbiamo fare attenzione a questo valore perché se è alto potremmo avere un problema al fegato.

Le cause

Quando si tratta di valori di transaminasi che superano notevolmente i livelli normali, bisognerebbe capire la causa e correre ai ripari. I danni al fegato possono essere uno dei segnali dell’anomalia, ma potrebbero essere anche altri tipi di patologie che riguardano altro. Il rischio di avere livelli alti, può essere dovuto a casi di obesità, di alimentazione completamente sbagliata e alcolici in eccesso. Ma sembra alcuni farmaci possano contribuire a innalzare i valori. Ma potrebbe anche trattarsi di malattie più gravi, problemi alla tiroide o al cuore. Non sempre si hanno dei chiari sintomi, in altri casi pelle pallida, affaticamento, stanchezza, vomito, nausea, dolori addominali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Cibi da evitare

Le pietanze grasse, cotture complicate, superalcolici e bibite gassate sono assolutamente sconsigliate per chi ha i valori oltre la norma. In quantità ridotta e oculata si possono mangiare uova e formaggi, da evitare salse, sughi con la panna, insaccati. Sono invece indicati alimenti come yogurt, riso integrale, patate, frutta e verdura fresca, ma non tutta. È importante bere molta acqua, spremuta di frutta e centrifughe salutari che disintossicano l’organismo. Per abbassare i livelli, è raccomandabile seguire una dieta adeguata, senza troppi grassi, eliminando le serate senza freni a tavola. Ogni scelta alimentare è meglio che sia sempre supportata da un medico specialista, dopo una visita.

Quindi attenzione a questo valore perché se è alto potremmo avere un problema al fegato, controlliamo le analisi e contattiamo un medico per arrivare a una corretta diagnosi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te