Attenzione a questo sintomo inspiegabile che avvisa che la glicemia è alle stelle

Uno stile di vita corretto e una dieta equilibrata sono le regole fondamentali per il benessere del corpo e della mente. Infatti un’alimentazione ricca di verdura, frutta, proteine vegetali, omega-3 ed esercizio fisico diminuiscono il rischio di colesterolo alto e iperglicemia, nonché l’insorgenza di malattie cardiovascolari. Inoltre per una vita lunga e longeva sono necessari controlli periodici e ovviamente esami del sangue.

Ciò perché alcune patologie, come diabete o glicemia alta possono essere asintomatiche o avere dei sintomi facilmente confondibili. Proprio come illustrato nell’articolo “È incredibile ma questi 6 sintomi dopo 40 anni possono rivelare l’inizio di diabete”. A tal proposito è opportuno prestare attenzione a questo sintomo inspiegabile che avvisa che la glicemia è alle stelle. In particolare si tratta di dolore ai nervi, la cosiddetta neuropatia. Questa patologia presenta diverse forme, quali formicolio, bruciore, torpore, dolore, ipersensibilità della zona interessata. Le prime volte che si manifestano questi sintomi, soprattutto se non vi è dolore, non si presta molta attenzione, tendendo a sottovalutarli. Ma quando il dolore diventa intenso, manifestandosi anche di notte e rovinando il riposo, è opportuno fare dei controlli. Anche mediante esami del sangue.

Attenzione a questo sintomo inspiegabile che avvisa che la glicemia è alle stelle

Da vari studi scientifici è emerso che la neuropatia periferica inizia nelle prime fasi del diabete e con esso progredisce. In particolare, ciò che determina la neuropatia, non è il diabete ma gli alti livelli di glicemia. I nervi infatti risentono degli elevati valori di glucosio nel sangue e quelli più vulnerabili sono i nervi cranici e delle gambe. In particolare uno studio condotto su 467 persone ha mostrato l’incidenza della neuropatia periferica in correlazione ai valori glicemici.

In particolare è emerso la prevalenza del 29% per soggetti con glicemia normale, 49% per soggetti con prediabete e 50% per soggetti diabetici. Pertanto ad alti valori di glicemia, ovvero nelle ipotesi di prediabete, si associa la presenza di neuropatia periferica e disfunzione nervosa.

Quindi ai primi sintomi è fondamentale eseguire esami d controllo, perché qualora si tratti di prediabete dovrà necessariamente modificarsi il proprio stile di vita. In particolare, seguire un regime alimentare equilibrato e fare attività fisica. Rispettando queste regole, si potrà prevenire l’insorgenza del diabete di tipo 2 e vivere una vita serena.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te