Attenzione a questo particolare fondamentale per avere piante grasse sempre belle

Grazie a lockdown, quarantene e smart working molte persone hanno iniziato a coltivare piante in casa. Le piante grasse, i bonsai e le orchidee sono tra quelle più gettonate. E si sa, ogni pianta ha bisogno di cure e attenzioni specifiche per sopravvivere e stare bene. È molto facile fare degli errori soprattutto con piante delicate come i bonsai.

Bisogna curare con attenzione anche le piante meno esigenti, come le piante grasse. Queste sono belle e portano molti benefici all’ambiente domestico. Curarle è anche abbastanza semplice. Ma attenzione a questo particolare fondamentale per avere piante grasse sempre belle. Stiamo parlando del vaso. Anche se può sembrare banale, la scelta del vaso giusto non è sempre facile. Vediamo a cosa dobbiamo fare attenzione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Il materiale del vaso prima di tutto

Quando scegliamo un nuovo vaso per la nostra pianta grassa dobbiamo fare attenzione al suo materiale. Vanno bene sia vasi in plastica sia in terracotta. Bisogna, però, valutare i loro pro e contro.

I vasi in plastica sono comodissimi. Non si rompono, sono sottili e occupano poco spazio. Sono anche molto comodi nel momento del rinvaso, dato che possono essere schiacciati per far uscire meglio la pianta. La plastica, però, fa passare molto calore e non è traspirante. Si rischia quindi che l’acqua ristagni dentro il vaso e cuocia letteralmente le radici.

I vasi in terracotta sono più traspiranti. Fanno asciugare il terriccio più velocemente e sono ottimi per le piante che hanno bisogno di poca acqua ma molta umidità. Inoltre, non fanno passare molto calore. Ma anche i vasi in terracotta hanno i loro lati negativi. Oltre ad essere pesanti e ingombranti, rendono il rinvaso più difficoltoso.

Altri particolari da considerare

Il materiale non è l’unico aspetto da considerare. Anche dimensioni e forma del vaso sono importanti. Le piante grasse possono stare bene in vasi più piccoli come in vasi più grandi. Attenzione, però, ad usarne di troppo grandi. La grande quantità di terriccio contenuta potrebbe trattenere troppa umidità e nuocere alla nostra pianta.

Per quanto riguarda la forma del vaso, è consigliato sceglierla a seconda del portamento della pianta grassa. Vasi stretti e alti sono ottimi per piante dal portamento eretto come i cactus. I classici vasi in terracotta, invece, sono adatti a piante grasse dal portamento colonnare. Vasi a ciotola sono indicati per quelle a sviluppo globoso o portamento cespitoso.

Non bisogna anche dimenticarsi degli importantissimi fori di drenaggio. Se ci capita in mano un vaso senza fori di drenaggio, non usiamolo. Facciamo attenzione a questo particolare fondamentale per avere piante grasse sempre belle!

Consigliati per te