Attenzione a questi sintomi, potrebbe essere più grave di quello che pensi

Tutti i tatuaggi nelle ore, e a volte giorni, dopo averli fatti saranno vagamente arrossati e irritati. Saper distinguere però tra lieve e regolare fastidio ed i segni di una più seria infezione può essere difficile. Mantenere il tatuaggio pulito e asciutto, è sicuramente il miglior metodo per prevenire un’infezione. Quindi attenzione a questi sintomi, potrebbe essere più grave di quello che pensi! Se l’area dove hai fatto il tatuaggio ti preoccupa, puoi imparare a riconoscere i primi segni d’infezione e cominciare a trattarli seguendo questi semplici passi.

Riconoscere i primissimi sintomi dell’infezione

Aspetta qualche giorno prima di saltare a conclusioni affrettate. Il giorno in cui ti tatueranno, l’intera area sarà arrossata, sensibile e leggermente rialzata al tatto. Le sensazioni potrebbero essere simili a quelle di una scottatura al mare, anche abbastanza forte. Nelle prime 48 ore, sarà difficile intuire se la guarigione del tatuaggio sta semplicemente facendo il suo corso o se sta cominciando a dare problemi.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Ricordati di lavare e trattare il tattoo seguendo le istruzioni del tuo tatuatore meticolosamente. Assicurati che l’area sia sempre ben asciutta, l’umidità potrebbe attrarre batteri che causano infezioni. Se sai di avere un sistema immunitario un po’ debole, stai molto attento a cosa può venire a contatto con il tatuaggio. Magari potresti prendere dei lievi anti-infiammatori, come l’ibuprofene, se necessario. Devi poi sempre prestare attenzione alla sensazione di dolore. Se continua per più di tre giorni è meglio tornare allo studio e farsi controllare da un professionista.

Attenzione a questi sintomi, potrebbe essere più grave di quello che pensi

Stai attento a rossori e pruriti. Posa una mano sopra l’area tatuata senza toccare la cute e se senti radiare calore, questo è segno del fatto che potrebbe essere seriamente infiammata. Questo è normale che succeda all’inizio, ma la sensazione non si deve protrarre per più di due o tre giornate. Il prurito, specialmente se lo senti estendersi dalla pelle da poco lavorata verso altre zone, potrebbe essere indicatore di un’allergia o di un’infezione. I tatuaggi appena fatti possono prudere, ma mai più di una settimana.

È di massima importanza tenere d’occhio eventuali gonfiori e secrezioni, soprattutto se dagli odori strani. Questi sono infatti segni molto evidenti del fatto che qualcosa sta andando storto. Perciò è meglio fissare un appuntamento col tuo medico o andare al Pronto Soccorso il prima possibile.

Cosa fare se pensi che il tuo tatuaggio si stia infettando

Fa parte della naturale guarigione di un tatuaggio l’apparire di alcune gocce di sangue o di inchiostro sulla pelle. Se sei preoccupato, prima di andare direttamente da un medico cerca consulto dal tuo tatuatore di fiducia e fatti vedere da lui/lei. Specialmente con disegni grandi e colorati, questi sintomi possono essere scambiati per un’irritazione o peggio. Ricorda cheil tatuatore è un artista altamente specializzato nel suo lavoro e molto controllato al ivello sanitario. Spesso è persino più informato riguardo le infezioni da tatuaggio rispetto al tuo medico di base. Se il dolore dovesse però diventare acuto non esitare a farti vedere da personale medico senza perdere tempo. Ricordati che prevenire è meglio che curare!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.