Attenzione a questi sintomi che potrebbero indicare la presenza di muffe e spore in casa anche non visibili

Un ambiente domestico sano è assolutamente fondamentale per la nostra salute. Per questo, è importante assicurarci che in casa non siano presenti prodotti chimici dannosi o parassiti. Ma tra le insidie più comuni, e anche potenzialmente più pericolose che si annidano nelle nostre case ci sono anche muffe e spore. Specialmente nei mesi più freddi e umidi, muffe e spore possono porre la nostra salute a rischio, a volte senza che ce ne accorgiamo. Questi organismi, infatti, possono nascondersi anche in posti che generalmente non vediamo o non controlliamo. Se abbiamo dei sintomi sospetti, è importante assicurarsi che in casa non siano presenti muffe e spore. Vediamo a quali sintomi potrebbero dare origine.

Attenzione a questi sintomi che potrebbero indicare la presenza di muffe e spore in casa anche non visibili

I sintomi di un’intossicazione da muffe e spore sono per lo più sintomi respiratori. Sono generalmente più severi in bambini, persone anziane o malati. Quindi attenzione a questi sintomi che potrebbero indicare la presenza di muffe e spore in casa anche non visibili: si tratta di sintomi respiratori come l’asma e la tosse, soprattutto notturna.

Vi sono poi altri sintomi che interessano la pelle, come sfoghi cutanei o pruriti di origine misteriosa. Un’intossicazione da muffe e spore potrebbe anche indebolire il nostro sistema immunitario e quindi renderci più vulnerabili ad altri malanni e malattie.

Ma dove potrebbero nascondersi in casa muffe e spore?

I nascondigli preferiti delle muffe

Controlliamo con attenzione le pareti, soprattutto negli angoli delle stanze. Ma attenzione, a volte le muffe si nascondono in punti meno visibili del muro, ad esempio dietro ai divani o dietro ai mobili. Spostiamo quindi tutti i mobili in casa per controllare che non siano presenti questi microorganismi pericolosi. Ma le pareti non sono l’unico nascondiglio.

Controlliamo all’interno del frigorifero. Le muffe potrebbero nascondersi nella guarnizione del frigo, oppure sul fondo delle vaschette in cui teniamo verdure e altri alimenti.

Non solo, anche il bagno è uno dei posti più amati dalle muffe. Soprattutto la tenda della doccia potrebbe essere un nascondiglio delle muffe, oltre alla guarnizione della lavatrice.

Laviamo tende della doccia, vaschette del frigo e guarnizioni periodicamente

Se abbiamo notato delle muffe sulla parete, è importante chiamare un professionista che saprà aiutarci a liberarcene. Se invece le muffe si sono sviluppate su oggetti come la tenda della doccia o le vaschette del frigo, possiamo fare anche da soli. Laviamo accuratamente questi oggetti con prodotti che uccidono le muffe, quali ad esempio la candeggina.

Importantissimo anche mantenere l’umidità in casa sotto controllo. Se non vogliamo acquistare un deumidificatore elettrico, ecco come preparare un deumidificatore fatto in casa a costo quasi zero per eliminare l’umidità invernale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te