Attenzione a questi pericolosi animali avvistati anche nei centri abitati italiani

Quando pensiamo a degli animali pericolosi, raramente riflettiamo sul fatto che ce ne siano anche in Italia. Pensiamo ai leoni africani, o alle tarantole australiane, ma riteniamo che il nostro Paese sia abbastanza al riparo da bestie pericolose.

Ebbene, non è sempre così, e lo abbiamo potuto vedere proprio in questi giorni, secondo alcune segnalazioni. Facciamo Attenzione a questi pericolosi animali avvistati anche nei centri abitati italiani.

Il branco si muove

Ciò che ha preoccupato molte persone è l’avvistamento dei lupi in alcuni paesini. Gli avvistamenti principali riguardano la Valle d’Aosta, il Piemonte, la Provincia di Grosseto, ed anche la periferia dell’Aquila. Insomma, anche in luoghi anche molto diversi e lontani geograficamente.

Questi animali possono essere molto feroci, per cui è bene capire se e come proteggersi se ne vedessimo alcuni.

La risposta degli esperti

Il WWF ha risposto alle segnalazioni indicando, per fortuna, di non preoccuparsi. Infatti, può succedere che i lupi, che più spesso si trovano in alta quota, scendano di altitudine in inverno. Lo fanno principalmente per cercare cibo, poiché anche caprioli e cinghiali tendono a scendere durante la stagione fredda. Quindi abbiamo già una buona notizia: il caldo sta arrivando e quindi non dovremmo più avvistare lupi per un po’.

Ma se invece ne vedessimo alcuni? Soprattutto in montagna, può capitare anche in primavera. In tal caso dobbiamo prendere alcune precauzioni. Innanzitutto, stiamo lontano, almeno un centinaio di metri. E non seguiamoli, non apprezzerebbero affatto.

Inoltre, teniamo ben lontani i nostri cani e gatti, perché può succedere che i lupi a volte attacchino anche loro. Soprattutto la notte, vediamo di tenerle i nostri animali al riparo e non all’aperto. Infine, evitiamo di lasciare pattumiere fuori di casa, o rischiamo che la notte i lupi vengano a curiosare per cercare cibo.

Attenzione a questi pericolosi animali avvistati anche nei centri abitati italiani. Con pochi semplici accorgimenti però possiamo evitare qualunque rischio.

A chi invece vuole tutelare cani e gatti dall’arrivo della primavera, consigliamo questo articolo.

Consigliati per te