Attenzione a questi farmaci che usiamo spesso perché possono causare pericolosi cali di pressione

Nel corso degli ultimi anni è aumentato notevolmente il consumo di farmaci in Italia. E non è una bella notizia. La pandemia ha messo a dura prova la nostra salute fisica e mentale, e sempre più persone sono costrette a ricorrere ai medicinali. Medicinali che molte volte hanno effetti collaterali che non conosciamo. Ad esempio dobbiamo fare attenzione a questi farmaci che usiamo spesso perché possono causare pericolosi cali di pressione. Purtroppo sono tra i più consumati nel nostro Paese e a volte dobbiamo assumerli per lunghi periodi di tempo. Per questo motivo è sempre meglio rivolgersi al medico prima di iniziare una cura e leggere il bugiardino di ogni prodotto.

Attenzione a questi farmaci che usiamo spesso perché possono causare pericolosi cali di pressione

Per pressione bassa si intende quella situazione in cui la pressione si attesta sui valori di 90 mmHg come massimo e 60 come minimo. Una condizione che spesso possiamo gestire con l’alimentazione o con l’utilizzo di farmaci specifici. I sintomi sono abbastanza riconoscibili. Confusione, senso di debolezza, nausea e svenimento sono tra i più comuni.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

In pochi, però, sanno che l’ipotensione può essere diretta conseguenza dell’uso di alcuni tipi di farmaci. I primi prodotti che possono causare cali di pressione sono gli ansiolitici e gli anti-depressivi. In particolar modo le benzodiazepine, ovvero i medicinali più diffusi di questa categoria. Moltissimi prodotti di questo tipo tendono a rallentare il ritmo del cuore e di conseguenza ad abbassare la pressione arteriosa.

Se siamo in cura e riconosciamo uno dei sintomi dobbiamo immediatamente rivolgerci al medico. Sarà lui a indicarci un dosaggio diverso o un’eventuale terapia alternativa.

La seconda categoria di farmaci a cui dobbiamo prestare particolare attenzione sono i beta-bloccanti. Vengono prescritti per curare i sintomi del disturbo opposto, ovvero l’ipertensione. Se però li assumiamo nel modo sbagliato o con un dosaggio troppo elevato rischiamo di abbassare eccessivamente la pressione. Anche in questo caso se compaiono i disturbi elencati in precedenza evitiamo di prendere iniziative e rivolgiamoci a uno specialista.

I rischi dei diuretici

I diuretici sono un’altra categoria di medicinali molto utilizzati. Soprattutto da chi soffre di ritenzione idrica, problemi ai reni o ipertensione. In alcuni soggetti particolarmente sensibili, però, possono avere un’efficacia eccessiva. Ovvero possono portare a perdere troppi liquidi e a ridurre la pressione del sangue sotto i livelli di guardia.

Leggiamo sempre il foglietto illustrativo prima di iniziare ad assumerli e magari facciamo una serie di analisi approfondite pre-cura. Conoscere il nostro stato di salute generale sarà la prima forma di prevenzione di eventuali effetti indesiderati.

Approfondimento

Attenzione a questi farmaci che utilizziamo spesso perché potrebbero causare gravi problemi ai muscoli

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te