Attenzione a questi 3 errori banali che si commettono spesso quando si usa l’aglio in cucina

Un alimento rinomato e utilizzato in tutto il mondo per condire i piatti e rendere uniche anche le pietanze più semplici. Uno spicchio d’aglio, un filo d’olio e una manciata di spaghetti ed ecco che si materializza un primo piatto intramontabile.
Estremamente facile da reperire ed anche piuttosto economico, l’aglio è tipico della cucina italiana e tutti lo usano. Anche chi lo odio, poi alla fine ne apprezza il gusto che apporta agli altri ingredienti.
Dunque, l’aglio resta un alimento fondamentale che molto spesso si tende a sottovalutare.
La Redazione, questa sera, ha voluto stilare la lista dei 3 errori più comuni che rovinano i piatti.

Attenzione a questi 3 errori banali che si commettono spesso quando si usa l’aglio in cucina

La prima abitudine molto comune ma che andrebbe modificata è quella di utilizzare l’aglio vecchio.
Grazie alle sue caratteristiche, l’aglio appare per lungo tempo bello, solido e asciutto. L’errore è dare per scontato che sia sempre adatto ad essere usato.
Per avere la certezza che l’aglio sia abbastanza fresco, bisogna tastarlo e schiacciarlo leggermente con le dita. Il prodotto deve risultare sodo e profumato. Da evitare l’aglio germogliato.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Una cattiva conservazione

Il secondo errore molto banale si riferisce al metodo di conservazione dell’aglio. Si tende a riporlo in cucina, buttato lì tra vari alimenti.
Per conservare l’aglio in modo ottimale è consigliato un luogo asciutto, preferibilmente buio e non al chiuso così da garantire la circolazione dell’aria.
Un ambiente di questo tipo consentirà all’aglio di non germogliare facilmente e quindi si conserverà più a lungo. Consigliato anche conservarlo in un sacchetto di carta o di stoffa.

Temperature troppo calde

Con l’intento di un soffritto perfetto molto spesso si fa cuocere l’aglio in olio troppo caldo. La conseguenza più banale è quella di ritrovare il prodotto bruciato in pochi minuti. Meglio aggiungerlo a fuoco lento e poi aumentare pian pian la temperatura.

Se “Attenzione a questi 3 errori banali che si commettono spesso quando si usa l’aglio in cucina” è stato utile ai Lettori, si consiglia anche “5 errori comuni da non commettere più per avere una pizza fatta in casa perfetta”.

Consigliati per te