Attenzione a questi 2 titoli che hanno un forte potenziale rialzista per i prossimi giorni

La Borsa si sta rimettendo in moto e molte blue chip stanno scaldando i motori. In particolare quelle che sono rimaste indietro, colpite dalla crisi della pandemia. Tra queste ci sono delle azioni che negli ultimi mesi hanno faticato ma che adesso sono arrivate a livelli importanti. Perciò conviene fare attenzione a questi 2 titoli che hanno un forte potenziale rialzista per i prossimi giorni.

Due azioni che possono regalare molte soddisfazioni nel breve periodo

Saipem e Leonardo nelle ultime settimane hanno faticato e non poco. Proprio per questo i loro margini di guadagno sono maggiori rispetto ad altri titoli. Da qualche seduta i loro prezzi hanno ripreso a salire e se supereranno dei livelli critici nelle prossime settimane potrebbero anche volare. Quindi attenzione a questi 2 titoli che hanno un forte potenziale rialzista per i prossimi giorni.

Saipem pronta a salire del 10%

Saipem non è riuscita ancora a risalire ai livelli dello scorso anno, ai prezzi precedenti la pandemia. Al momento dell’analisi l’azione quota a 2,35 euro. A fine gennaio dello scorso anno era a un passo dai 4,00 euro. A metà febbraio scorso dopo avere segnato il massimo dell’anno a 2,71 euro, i prezzi sono crollati. Marzo è stato un mese tormentato ma aprile potrebbe essere il mese del riscatto.  Se i prezzi riusciranno a superare la soglia dei 2,4 euro, potranno portarsi sui massimi di febbraio a 2,7 euro, con un guadagno superiore al 10%. Ma l’obiettivo ambizioso è di andare a chiudere entro aprile il gap aperto il 9 marzo a 2,83 euro.

Una volta superata la soglia dei 2,4 euro, sarà un segnale d’allarme una successiva discesa fino a 2,35 euro. Sotto questo livello i prezzi scenderanno prima a 2,25 euro e successivamente fino in area 2,18/2,20 euro.

L’azione Leonardo pronta per una nuova cavalcata rialzista

Anche Leonardo (MIL:LDO) è in rampa di lancio. Il titolo ha iniziato benissimo l’anno passando da 5 a 8 euro in due mesi. Ma i prezzi a metà marzo, una volta raggiunto il massimo degli ultimi 12 mesi, hanno iniziato a scendere. Da qualche seduta l’azione ha ripreso a salire e la settima dopo Pasqua è iniziata col piede giusto. Il superamento dei 7,4 euro riporterà Leonardo sui massimi dell’anno a 8,00 euro, con un apprezzamento di quasi il 9%.

Una volta superata la soglia dei 7,4 euro, scatterà un allarme se i prezzi dovessero scendere fino a 7,15 euro. Sotto questo livello potrebbero arrivare fino a 6,5 euro, area di minimo toccata a fine marzo.

Approfondimento

Scoperte le 5 azioni che hanno reso ricco chi le ha in portafoglio

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te