Attenzione a quando notiamo delle macchie giallastre sulle foglie delle piante aromatiche perché questo parassita potrebbe portarle alla morte

Quando annaffiamo le piante aromatiche, guardiamo bene le foglie. Se notiamo, soprattutto sul rosmarino, la comparsa di macchioline giallastre e sfumate, quasi marmorizzate, potrebbe essere colpa delle cicaline.

La Redazione di ProiezionidiBorsa si è già occupata di questo parassita e qui troverete la ricetta per un ottimo rimedio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Molti vivaisti usano anche altri metodi per sconfiggere le cicaline che sono dei piccoli (3/4 millimetri) insetti alati. Questo parassita “punge” la foglia e ne sugge la linfa.

Le cicaline possono arrecare grandi danni anche alla salvia e alle altre piante aromatiche. Il periodo di maggior sviluppo è proprio giugno e luglio.

Vediamo, quindi, altri rimedi consigliati dagli esperti del settore.

Macerato di aglio e peperoncino

Mettiamo in tre bicchieri di acqua, tre peperoncini e due spicchi d’aglio, leggermente schiacciati, e li lasciamo in ammollo per 24 ore.

Quindi filtriamo liquido e mettiamolo in uno spruzzatore da giardino. Valutiamo al momento l’entità della diluizione, in base alla gravità nell’infestazione.

Infatti, dobbiamo prestare attenzione a quando notiamo delle macchie giallastre sulle foglie delle piante aromatiche perché questo parassita potrebbe portarle alla morte.

Soluzione di acqua e argilla

Una valida alternativa definitiva per eliminare le cicaline dalle piante aromatiche è la soluzione di argilla.

Prepariamola in questo modo.

Sciogliamo accuratamente 100 grammi di argilla in 1 litro di acqua e per aiutarci possiamo scaldare il composto a fuoco lento fino a che non sia sciolta.

Attendiamo, quindi, che si raffreddi, e quando risulta tiepida procederemo applicandola con una spugna sulle foglie. Soprattutto sulle foglie inferiori che sono le predilette dalle cicaline.

A scopo preventivo possiamo incrementare la popolazione degli insetti amici delle piante aromatiche che ci aiutano in una “disinfestazione” naturale e biologica. Le coccinelle, infatti, sono attirate da piante come la calendula, il tarassaco o il geranio.

Monitoriamo quindi di frequente le foglie delle nostre piante aromatiche. Infatti, attenzione a quando notiamo delle macchie giallastre sulle foglie delle piante aromatiche perché questo parassita potrebbe portarle alla morte.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te