Attenzione a cosa punge il cane in estate perché potrebbe essere quest’insetto pericolosissimo simile alla zanzara ma dal morso spesso fatale

La bella stagione è sicuramente l’occasione per fare lunghe passeggiate con il proprio animale domestico. Tuttavia questa stagione rappresenta anche spesso un pericolo per cani e gatti. Insetti di ogni tipo migrano verso climi più caldi e umidi. Bisogna fare attenzione a cosa punge il cane in estate, perché potrebbe essere quest’insetto pericolosissimo simile alla zanzara ma dal morso spesso fatale. Si tratta del pappataci, un insetto che è tra i principali responsabili della leishmaniosi nel cane. Poiché questo morso è in grado di mettere in pericolo la salute del proprio animale domestico ecco come riconoscerlo e agire nel modo corretto.

Che cosa sono i pappataci e come riconoscerne una puntura

Molti li conoscono anche con il nome di flebotomi e sono lunghi circa 4 millimetri. Il loro aspetto ricorda una comune zanzara, con le zampe molto lunghe e il corpo peloso. Spesso sono di colore grigio e qualche volta di colore giallo e si tratta d’insetti particolarmente silenziosi. Poiché non emettono in modo forte il tipico ronzio della zanzara riconoscerli diventa molto difficile. Compaiono già a maggio e durano fino a ottobre inoltrato. I pappataci pungono indistintamente uomini e animali ma sono pericolosi in particolar modo per gli amici a quattrozampe. Nel sito d’iniezione i cani presentano rossori, rigonfiamenti, prurito ed eruzioni cutanee.

Attenzione a cosa punge il cane in estate perché potrebbe essere quest’insetto pericolosissimo simile alla zanzara ma dal morso spesso fatale

Le femmine di pappataci hanno bisogno di pungere per deporre le loro uova. Le proteine contenute nel sangue aiutano la particolare zanzara a completare il ciclo biologico e a dar vita a nuove piccole larve in poche settimane. I pappataci invadono in estate gran parte dell’Italia, privilegiando isole e le regioni del sud. Invece odiano i climi freddi tipici del nord Italia. In caso di dubbio consigliamo sempre di contattare un medico veterinario. È fondamentale prevenire il morso con poche e semplici azioni:

  • prediligere camminate durante il giorno;
  • verificare periodicamente l’assenza di pappataci nella cuccia del cane;
  • preferire una permanenza del cane all’interno dell’abitazione per più ore possibili e comunque durante la notte;
  • applicare repellenti appositi con regolarità.

Per approfondire l’argomento

Ma il pappataci non è l’unico insetto che può pungere il cane in estate. Ecco a quali altri morsi prestare attenzione e quando contattare un medico veterinario.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te