Assuefazione da zucchero? Ecco qualche dritta per ridurne il consumo

Lo zucchero da tavola, anche detto saccarosio, si ricava dalla canna da zucchero o dalla barbabietola. È un alimento che nella sua variante grezza presenta un colorito brunastro. Tuttavia, per apparire “candido”, ossia come arriva sulle nostre tavole, subisce notevoli processi di raffinazione e cristallizzazione.
Esso è inoltre un demineralizzante per l’organismo, che per digerirlo ha bisogno di vitamine e minerali.

Al contrario di quanto si pensi, ha anche un effetto dannoso per l’umore. Questo perché influisce sul sistema nervoso, creando prima una sensazione di piacere, seguita da una fase di calo, generando così notevoli sbalzi d’umore oltre che dipendenza. Una vera e propria assuefazione da zucchero.
Per tanto, l’ideale sarebbe eliminare totalmente questo “alimento” dalle nostre diete, ma farlo così all’improvviso risulterebbe troppo difficile.
La quantità giornaliera da assumere e da non superare, come consigliato dagli esperti sarebbe l’equivalente di 2/ 3 cucchiaini rasi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Questo per evitare di incappare nella comparsa di spiacevoli malattie come il diabete o l’obesità.

Assuefazione da zucchero? Ecco qualche dritta per ridurlo

La cosa migliore è abituarsi a dolcificare le bevande come caffè e tè poco o niente. Le alternative naturali come sciroppo d’acero o malto hanno effetti simili sull’organismo. Mentre per quanto riguarda l’uso di dolcificanti artificiali o di stevia, il rischio è che si evitino solo calorie assunte sul momento, ma non si rieduchi il palato e dunque non si vinca l’assuefazione.

La riduzione deve essere graduale: eliminare lo zucchero drasticamente sarebbe controproducente, in quanto, per il nostro cervello è una ricompensa.
È bene limitare i prodotti industriali dal valore energetico elevato, come ad esempio biscotti, merendine, caramelle, torte, creme spalmabili. Attenzione anche alla variante light, che talvolta contiene il doppio dei grassi o sostanze artificiali.
Un’ottima scelta è trovare un’alternativa più salutare e leggera ai dolci industriali e alle ricette classiche, ricche di ingredienti e calorie. Così come imparare a sostituire i dolci con frutta fresca o disidratata.

Infine bisogna considerare le bevande zuccherate come un’eccezione, poiché esse non apportano nessun nutriente e sono piene di zuccheri raffinati.

Non è facile fare a meno di un alimento così piacevole per il palato, ma possiamo impegnarci a ridurne i consumi, così da riuscire a godere il più a lungo possibile di buona salute.

Approfondimenti

Sostituire lo zucchero ora è più facile con questo ingrediente naturale ed economico

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te