Arresti e processi per gli scontri in piazza e Forza Nuova rischia lo scioglimento

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso ieri preoccupazione e sdegno, durante la visita alla CGIL devastata dopo gli scontri in piazza a Roma e Milano contro l’adozione del Green Pass. Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da Berlino, ha espresso parole forti mentre alla sede CGIL andava in scena l’abbraccio tra il premier e il leader sindacale Giuliano Landini. Intanto il sito Web di Forza Nuova è stato oscurato dalla Polizia postale, mentre la procura di Roma ha aperto due fascicoli al riguardo. Vediamo le ultime novità sulle indagini con la Redazione Attualità di ProieizionidiBorsa.

Le misure in vista delle prossime manifestazioni, anche se pacifiche

Il COPASIR, Comitato per la sicurezza della Repubblica, ha chiesto un’informativa urgente alla ministra dell’interno Giuliana Lamorgese, che indubbiamente si è trovata a gestire, insieme alle forze dell’ordine, un fenomeno del tutto nuovo. La tensione attualmente è alta perché questi gruppi manifestano in modo disordinato: si danno appuntamento su Telegram, usano le bombe carta e i petardi ma poi mandano bambini e anziani in prima linea.

Preoccupa l’infiltrazione di manifestanti che arrivano dall’eversione politica. Costoro riescono a prendere la testa del corteo spontaneo di cittadini, a deviarne il percorso e ad aizzare i partecipanti ai disordini e alla violenza. Il Viminale sta dunque progettando zone rosse nelle città e la presenza di camion blindati in vista delle prossime manifestazioni autorizzate sul Green Pass, anche se pacifiche.

Chiesto lo scioglimento di Forza Nuova

Arresti e processi per gli scontri in piazza e Forza Nuova rischia lo scioglimento. Anche se ora è polemica sulla richiesta di scioglimento del partito, che ha cavalcato la rabbia dei ‘no pass’. Le proteste piovono su Camera e Senato, ma anche sul tavolo di Mario Draghi. Partiti e organizzazioni si dividono a proposito dei provvedimenti necessari.

Il Partito Democratico ha presentato la sua mozione per chiedere lo scioglimento di Forza Nuova, specialmente dopo le polemiche con Fratelli d’Italia. Il segretario del PD Enrico Letta invita il centrodestra a sostenerla e incassa il favore del Movimento Cinque Stelle, Leu e di Italia Viva. Il centrodestra invece condanna i disordini ma dice no alla mozione del PD. Giorgia Meloni continua a puntare il dito contro il Viminale. Dalla Lega Matteo Salvini propone la firma di un documento unitario contro ogni genere di violenza.

Arresti e processi per gli scontri in piazza e Forza Nuova rischia lo scioglimento

Intanto a Roma sono due le indagini aperte dalla Procura sugli scontri di sabato. Un fascicolo è stato aperto su due persone, per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Per loro è stata confermata la custodia in carcere. Altri sono indagati per devastazione resistenza e istigazione a delinquere: Roberto Fiore e Giuliano Castellino di Forza Nuova, l’ex NAR Luigi Aronica e l’attivista Pamela Testa. Inoltre, un attacco hacker ieri ha paralizzato per ore il sito della CGIL. Intanto, la vicequestore no Green Pass Alessandra Schillirò è stata sospesa aver definito riprovevole il comportamento dei colleghi impegnati in piazza ad arginare gli scontri.

Consigliati per te